ETICA

messaggio inserito martedì 16 giugno 2009 da FF

[post n° 201059]

ETICA

Il mio datore di lavoro, ingegnere cinquantenne da poco iscritto all'Albo degli Ingegneri di Milano, si è sempre spacciato per architetto sin dall'inizio della sua attività professionale svolgendo in questo modo una grossa quantità di progetti rivestendo una carica che non gli compete.
Ovviamente non ha mai firmato ufficialmente nessun progetto e non si è mai occupato di direzione lavori ma solo di direzioni artistiche.
Il fatto mi pare molto grave e soprattutto offensivo e deletereo verso chi, come me, è davvero un architetto regolarmente iscritto al proprio albo professionale.
Mi piacerebbe conoscere i commenti di alttri utenti di questo sito e soprattutto sapere se questa persona sta infrangendo qualche regolamento emanato da albi professionali.
Grazie
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.