D.L. - DIREZ ARTISTICA - DIREZIONE TECNICA

messaggio inserito mercoledì 17 giugno 2009 da policano

[post n° 201156]

D.L. - DIREZ ARTISTICA - DIREZIONE TECNICA

Ciao a tutti. Mi sapreste dare una definizione (e relativa indicazione dei compiti) di queste figure in fase esecutiva:
DIREZIONE LAVORI (ARCHITETTONICO/URBANISTICA)
DIRAZIONE TECNICA
DIREZIONE ARTISTICA.
o meglio, mi sapreste girare i riferimenti normativi (se esistono!), che ne parlano.
grazie...
:
grazie delli, sei stata mitica! Noi siamo nella situazione dove come progettisti di PEC e delativi immobili proponiamo al cliente tutto il pacchetto con DL, etc... La cooperativa ha i suoi tecnici e quindi dal ns. incarico vuole togliere accatastamenti, c.a., capitolati, contratti etc...e affidare quella che chiama direzione lavori operativa di cantiere a suo tecnico di gradimento. Insomma noi ci limiteremmo a fare una D.L. di supervisione che il progetto sia rispettato e siano rispettati gli aspetti urbanistico-architettonici. Rispetto del capitolato, libretti, verifiche materiali, etc spetterebbe all'altro D.L. Da qui la mia domanda: come chiameresti i 2 direttori lavori sulla lettera d'incarico? Per il momento abbiamo indicato CO-DIREZIONE LAVORI, ma è generico! Avremmo titotolo a definirla DIREZIONE ARTISTICA (la parte che ci compete) o ALTA D.L.? Sembra una cosa solo formale, ma con sti squali che c sono in giro non vorremmo finire incasinati a prenderci le grane degli altri o a fare il lavoro per gli altri! Che ne pensi?
:
Scusate se mi intrometto, ma se la cooperativa è la committente può fare la direzione lavori?
Secondo me no, e in tal caso dovreste fare voi dl e lasciare a loro magari una direzione di cantiere.
Però può essere che mi sbaglio, e in tal caso mi piacerebbe sarebbe come si regolano i rapporti con una cooperativa.
A delli illuminarci...;-)
:
x desnip. effettivamente la cosa non è linearissima. Il concetto è che la cooperativa vuole dare una fetta della "torta" (la DL) a un suo architetto collaboratore (diciamo che gli sta + simpatico di noi e si fida di +, fa lo stesso!) e non a noi. Comunque sia questo architetto non è dipendente della cooperativa, diciamo che è un professionista consulente (collaboratore...boh) abituale della cooperativa stessa!
Insomma, siamo in un mondo di squali !!!
A delli illuminaci...;-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.