progetto appartamento a un parente!!!! aiuto!!

messaggio inserito giovedì 2 settembre 2010 da xam

xam : [post n° 239645]

progetto appartamento a un parente!!!! aiuto!!

salve a tutti (quasi) colleghi,sono un laureando e ho bisogno di un consiglio!!!
ho quasi terminato gli studi e un mio parente mi ha contattato per chiedermi consiglio su come sistemare il suo appartamento,( circa 140 mq ) ancora da finire perchè ancora in costruzione ( presenta solo solaio, pilatri, copertura e tamponature esterne, ma manca di tramezzi, finiture, serramenti, ecc... ).
La situazione è particolare perchè è un sottotetto a tre falde ( del quale non sono nemmeno sicuro se abitabile ) molto grande, con la possibilità di ricavare una parte a doppia altezza con soppalco nella falda centrale, ma poi sono molto bassi gli spazi in quelle laterali ( le falde arrivano praticamente a zero ) .
Fatta questa premessa, il mio parente stava già tramezzando ( è del mestiere, fa il carpentiere ) per conto proprio, quando mi ha chiesto consiglio sulla distribuzione degli spazi, quante camere, dove mettere i servizi, ecc..
Io, ho preso qualche misura e mi sono messo all'opera avendo a disposizione planimetrie quotate precedenti, e ho fatto un progetto preliminare sulla disposizione della casa, sulla possibilità di aprire lucernari sul tetto, una grande vetrata sul soggiorno, come potrebbe venire il soppalco, ecc.. ( cose per lui impensabili!!! ) e soprattutto qualche render in modo che si renda conto del risultato finale del suo appartamento...
Per farla breve, ci sto comunque spendendo tempo, e lui mi ha detto che ha preferito chiamare me ( anche se ancora non laureato ) e darmi qualcosa per il lavoro fatto piuttosto che pagare un estraneo... ora vi chiedo cari (quasi) colleghi, come mi dovrei comportare?? perchè oltre ad essere un parente, immagino che quello che sto facendo, fuori, nel mondo del lavoro, è ben pagato ma manco mi posso permettere di chiedergli una cifra esorbitante! e manco saprei comunque quantificarla.... come posso fare?
stavo pensando piuttosto di non farmi dare niente ma so che insisterà..
c'è qualcuno che puoi aiutarmi a farmi capire in questi casi cosa è meglio fare??
grazie di tutto vi seguo sempre.
Fra :
scusa una domanda, ma sta facendo lavori abusivi? non ha presentato un progetto in comune prima di iniziare?
xam :
Beh...sorvoliamo su questo aspetto...non ho ancora capito come sono messi da quel punto di vista.
Essendo un sottotetto sarebbe necessario il cambiamento di destinazione d'uso, perchè attualmente è accatastato come vano tecnico.
Quello che mi hanno chiesto, a loro avviso, è stato un "consulto" penso per capire se gli convenisse fare effettivamente i lavori: chiamiamolo un progetto preliminare, molto di massima.
Io volevo solo sapere se era "quantificabile" il lavoro che sto facendo, anche se l'appartamento non viene realizzato adesso...è tutto in via ipotetica.
Rilievo, progetto di massima (con piante e sezioni quotate) e viste 3d interni. Quanto può essere valutato un lavoro del genere?
Volevo solo farmi un'idea. Anche perchè se mai aspetto di laurearmi e abilitarmi prima di chiedere qualcosa.
grazie per la risposta.
kia :
Caro Xam...progettare una ristrutturazione va ben oltre il render!!!bisogna fare i conti con regolamenti edilizi e via dicendo....prima di arrivare a sketch up devo farmi nn so quanti ragionamenti su Rai, superfici e altezze minime dei vani, hai voglia!!!!...ovviamente questo nel caso si volesse fare un "progetto in regola" (Dia o p.costruire,cambi destinazione uso ecc.ecc. successivoi accatastamento ecc.ecc.).Ma mi pare che nel tuo caso la regola sia "A casa mia faccio quello voglio" come spesso succede.....peccato che poi nascano un sacco di casini se poi la casa deve essere venduta perchè piena di opere abusive!!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.