AAA parcella dia, aiuto!

messaggio inserito lunedì 5 luglio 2004 da lucia

lucia : [post n° 24199]

AAA parcella dia, aiuto!

Se voi aveste un amico che vi da da fare un progettino per la sistemazione di un suo appartamento in centro storico ( di circa 180 mq e 55.000 euro di lavori). Voi rilevate l'appartamento, fate il progetto, presentate la dia in comune (senza dirigere i lavori) e gli chiedete.......quanti euro? Considerate che siamo nel nord Italia (ho notato piu' volte la differenza con il sud) che per il rilevo avete impiegato delle sere e delle domeniche e che è proprio un vostro amico!!Per piacere datemi delle idee...
nico :
dovresti essere intorno ad i mille mille e duecento € +iva + cassa........chi dirige i lavori?????lui dice che li fara in economia? se si chiedi di più visto che poiti chiamerà 100 volte per farti vedere come procedono i lavori......
lucia :
I lavori li fa seguire ad un architetto, suo amico di famiglia. io gli ho promesso che un occhio ce l'avrei dato...ma questo è tutto da vedere!!!
Una domanda da ignoranti...io non ho la partita iva, quindi in teoria dovrei fare una fattura con ritenuta d'acconto per una prestazione occasionale? E nel caso non volessi fare una fattura...
nico :
ricorda che i contributi e l'iva sono comunque a carico del cliente....se non fatturi non devi aqpparire in prima persona......non firmi nessun progetto....
lucia :
grazie mille per le indicazioni che mi stai dando! Il progetto l'ho già firmato in quanto nella dia figuro io come progettista. Però potrei farla figurare come prestazione gratuita(essendo un mio amico) e magari farmi pagare 'in nero' come si suol dire...ci sono conseguenze nefaste a tutto cio'?
bx :
sì, che sei contro l'etica professionale... e siccome tutti fanno come te (soprattutto con gli amici) lavoriamo di meno tutti... se tu hai firmato devi chiedere almeno 800 €
gae :
e chi te lo dice che non li chieda o che non gli chieda comunque qualche favore in cambio. E poi perchè lavoriamo meno tutti scusa?! Fatico un po' a seguirti... Ognuno è libero di scegliere da chi andare a farsi fare il progetto (amici e non) e di accettare o no il prezzo che gli viene proposto.Non trovo la connessione fra farsi pagare meno e fare lavorare meno tutti quanti...ma?!
bx :
se sei iscritta all'ordine dovresti sapere che tra architetti non esiste un libero mercato, ma un tariffario professionale che per legge deve essere necessariamente rispettato... soprattutto per correttezza verso gli altri colleghi e qanche per tutale della nostra professionalità! Al contrario il tuo comportamento può essere riferito all'ordine..
lucia :
Ho ben presente il tariffario professionale e ho già parlato con l'ordine...non t'angosciare! Vorresti dirmi comunque che il tuo rigore morale ti porterà a chiedere tutti i soldi a un tuo famigliare che ti chiede di fare un mini progetto per casa sua...permettimi di dubitare. Anche se asserisci il contrario. Con questo ti saluto
nico :
per lucia il problema principale è che se sei una libera professionista sei soggetta a delle verifiche fiscali che purtroppo non colpiscono solo i vicini cari colleghi ma un po tutta la categoria....purtroppo non è ammesso un lavoro non retribuito in segno di amicizia....perche con l'amicizia non si campa e soprattutto per loro non si pagano le tasse....per cui dovresti informarti presso l'ordine a cui devi dichiarare che il lavoro è stato effettuato ad un parente per cui non hai avuto incasso.....in ogni caso se entri nella burocrazia entri in una cosa ingestibile.....se puoi fatturare fallo altrimenti fai te.........metti a tacere e vai avanti....l'importante è cercare di non scendere troppo con la tariffa....in effetti l'ordine ha anche compiti di supervisione quindi può richiederti come mai il prezzo è cosi alto o cosi basso....è difficile ma puo farlo......
per bx.....avresti coraggio in un mondo infame come questo in cui un giovane collega cerca di mettersi da parte due soldi dopo anni a pagare tasse e molto altro di andare a infangare all'ordine per una dia.....complimenti farai strada....
lucia :
grazie nico...mi hai chiarito un po' le idee!
bx :
questa fatica si fa proproio perchè non siamo tutelati... e non ci tuteliamo tra noi. Vai da un avvocato poer vedere se ti fa una lettera di recupero crediti gratis...
nico :
bx ha tutte le ragioni del mondo....andare da un avvoxcat??????!!!?!???!??!? meglio pagare le tasse.....quasi tutti strozzini.....il problema per i giovani architetti è che all'iscrizione...oltre al timbro dovrebbero darci delle regole da seguire perchè siamo tutti senza la minima conoscenza......un tariffario non costerebbe nulla e renderebbe più trasparente il lavoro al progettista ed al cliente.....ma non è cosi sembra che ci vogliano indurre all'errore......comunque chiedere chiedere e stufarli fino aq che non ci danno una risposta....le segreterie sono li per quello e la tassa di iscrizione non serve solo ad avere inviti a convegni che difficilmente si frequenta.....
pandi :
Scusate ma io non posso credere che il paladino della legge bx non abbia mai affitato una camera 'in nero' o fatto (o fatto fare) un qualsiasi lavoro 'in nero'...nessuno mette in dubbio che è un sistema discutibile ma la vediamo la società nella quale siamo?E non mi venire a dire che è a causa di chi la pensa come noi che la società è cosi'...si prova soltanto a sopravivvere! Ed è vero che siamo poco tutelati ma costui parla (o straparla?) di avvocati, parla di denuncie all'ordine per una dia...non sono questi i mezzi per tutelarci! Sono veramente allibita
enrico :
ha ragione bx, se sei iscritto all'albo devi rispettare la tariffe MINIME imposte dall'albo....se lo facessimo tutti saremmo + rispettati e non trattati alla stregua di "consiglieri" tipo casabella....
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.