devo accettare?

messaggio inserito lunedì 12 luglio 2004 da rocco

rocco : [post n° 24704]

devo accettare?

salve sono un neolaureato in architettura della provincia di Salerno e mi hanno appena offerto un lavoro a Verone per uno stipendio di 800 euro al mese alloggio pagato. Non so cosa fare, trasferirmi a Verona non sarebbe per me un problema, però non so se la paga che mi hanno offerto è coincidente con il mio titolo acquisito con tanta fatica, e se poi voglio andare a vivere da solo? mi pagheranno comunque l'alloggio?
Ditemi cosa devo fare!!!!!! grazie
Andrea :
caro collega
io sono un architetto di Verona
ti posso dire che come primo lavoro e se non hai ancora conseguito il titolo abilitativo l'offerta è buona....soprattutto se ti pagano pure l'alloggio
poi dipende da te e se non hai problemi a spostarti come affermi
io accetterei se fossi in te .......poi a cambiare, crescere professionalmente c'è tempo
bx :
gaurda che con la crisi che c'è intorno, un pò, di esperienza e soprattutto pagata non guasta... te lo dice una che ha fatto gavetta semigratuita per anni e adesso che ha aperto uno stuydio da sè non riesce a pagare un collaboratore, che le tasse e il lavoro discontiunuo non permettono molto...
se non fai questi sacrifici quando sei giovane, quando li fai? Credi a Salerno di trovare una esperienza miglioree così pagata? e poi verna è una bella città
Chiara :
Accetta! come stipendio (ma si parla di netto o lordo?) è comunque niente male nel ns campo, soprattutto per un neolaureato senza abilitazione...e poi Verona è bella, non carissima...se anche non ti pagano l'alloggio volendo ci rientri...
domenico_musilli_designer :
per iniziare la paga non è male e nel giro di 6-12 mesi potrebbe salire.....se partono gia cosi forse sono delle persone serie.....come bx anch'io ho aperto lo studio da poco, ho 28 anni laureato alla sapienza da tre.....ho lavorato in uno studio anche ben pagato per stare vicino casa ma si occupava solo di residenze tipo neoclaqssiche e per un designer la forma è troppo importante per svendersi a fare case in stile........facevano schifo alquanto....mi sono messo in proprio e le cose non vanno poi cosi male.....bisogna sapere solo cosa fare......io realizzo modelli 3d a vari studi e sto conoscendo una mareadi persone e con alcune nasce una collaborazione anche per concorsi o lavori.......800€ sono sicuri almeno fino a che non prendi l'abilitazione.....poi ad andare via fai seempre in tempo......ciao ciao....ps cerca solo di imparare più che puoi tenendo le orecchie "appizzate" perchè l'unica cosa è che riswchi di andare a fare il disegnatore.....ma per iniziare forse va anche bene....in bocca al lupo
sabagio :
io accetterei; sono neolaureato e abilitato, e il lavoro che svolgevo precedentemente 1/2 giornata si è trasformato in full-time (al nero!) e mi danno 800 euri mensili. Comunque non mi lamento poichè non faccio solo il disegnatore, ma anche progettista, seguo cantieri.... ed altro, ma soprattutto apprendo tutto ciò che non ho imparato all'universtità (lavorare). Ma a te gli 800 euri sono al nero? ti hanno fatto un contratto, di che tipo..... potrebbe interessarmi da proporre al mio superiore per regolarizzare la mia situazione...
Ciao
maria :
......puoi ritenerti fortunato. Poco fa ho letto questo annuncio di uno studio: "Cercasi laureando o neolaureato per collaborazione a concorsi di progettazione e occasionalmente all'attività dello studio; per ora non posso pagare che un modico rimborso spese; richiesta abilità con 3dstudio, autocad e inglese."
Del tipo molto pretendere e nulla o quasi dare....purtroppo molto ricorrenti.......
Pedro :
Rocco ci prende in giro Ragà...!!!!!!
ma vi sembra che uno viene a scrivere in un forum " ditemi cosa devo fare!!!!!" e poi "nn so se la paga...è coindidente
Ma dai..pure l'alloggio ti danno...eddire che veronesi e campani nn ci azzeccano per niente!!!
bx :
vorrei proprio vederti quando aprirai tra mille difficoltà il tuo puiccolo studio di architettura.. allora te ne renderai conto davvero com'è la situazione! Per affrontare la professione ci vuole una esperienza e due palle così e la maggior parte di quelli che arrivano fanno solo danni a cui tu devi riparare di notee, perchè tanto la faccia non la mettono0 loro... fatevi un attimo un esame di coscienza!
Andrea :
quando io ho cominciato 6 anni fa in uno studio di verona ho imparato molto ma ho anche DATO MOLTO!!
LE NOTTI per sistemare le cose LE FACEVO IO e non i capi che dormivano alla grande TANTO c'era Andrea che SALVAVA LORO LA FACCIA e non il contario!!
ora io ho un mio piccolo studio che mando avanti con MOLTA FATICA na non mi sogno nemmeno di prendere un collaboratore DA SFRUTTARE se non ho le possibilit' di pagarlo adeguatamente perche vedi per quanto un neolaureato debba imparare lavora comunque per te almeno otto ore al giorno e ti offre un servizio che non pu; e non deve essere retribuito solo dall-esperienza che tu gli offri o pensi di offrirgli
vedi bx E questione di COSCIENZA!!!
Maria :
non ho parlato da semplice spettatrice. Ho anch'io un piccolo studio che mando avanti con fatica e proprio perchè non posso permetterlo, come dice Andrea, non assumo nessuno. Preferisco farmi io le nottate per finirmi il lavoro e pagare in prima persona anzichè sfruttare gli altri col miraggio di offrirgli esperienza e chissà quale possibilità professionale....questa è Etica professionale!!!!!! e sappi che anch'io ho lavorato GRATIS da neolaureata in un grosso studio senza acquisire l'esperienza che mi auspicavo e tantomeno altri sbocchi, vista la continua rotazione di stagisti che ci sono in quello studio come in tanti altri. Con questo non voglio scoraggiare che si accinge a farlo, si può essere più fortunati ma l'importante è essere consapevoli di quello a cui si può andare incontro.
bx :
l'etica è un'altra cosa... io ho un paio di ex-stagisti laureandi a cui dò un rimborso ogni tanto quando posso e glielo ho detto fin da subito, dicendo loro che se non faccio così non crescerò mai, bisogna investire in aggioramento continuo come sapete .. sono loro che mi hanno chiesto di restare senza essere pagati consapevoli del valore dell'esperienza, e io ciò lo apprezzo nonostante i casini che mi combinano ogni tanto... ed in più usano libri e attrezzature dello stduo liberamentem quanto vogliono..
se ho bisogno talvolta di un collaboratore più qualificato, lo prendo esterno, e lo pago sì il giusto... il problema che i ragazzi d'oggi non capiscono il valore dell'esperienza, tutti abbiamo fatto la gavetta, perchè non devono farla anche loro?
Andrea :
ma scusa bx , se ti fanno casini e sfruttano gratis le tue preziose attrezzature perchè li tieni?
non sei un filantropo dai e nemmeno così altruista da offrire loro la tua indispensabile esperienza
ma smettila va!!
la verità è che ti servono e ti tornano utili, producono elaborati grafici e forse qualche ideuccia ce la mettono pure
è ora di finirla con questo MALEDETTO MALCOSTUME SOLO ITALIANO
e non dico che i neolaureati debbano essere superpagati e sono d'accordo che l'esperienza e la professione non si impara all'università e che il nostro è un lavoro che si impara da "vecchi" ma smetiamola per piacere di prenderci per il culo con i soliti discorsi
i collaboratori VANNO PAGATI se sono BRAVI e contribuiscono alla nostra parcella, altrimenti si lasciano a casa PUNTO E BASTA
bx :
regolatevi come volete.. io alla sera dormo sonni tranquilli. Almeno io sono sincera, voi non so
nico :
è giusto quello che dici ma è vero che devo corregerti su una cosa....anche quelli meno bravi vanno comunque lodati e gratificati con degli euro e non con le parole.....ho aperto il mio studio a febbraio dii questo anno e ho ricevuto curriculum e ragazzi che devono fare stage all'università (piu grandi di me alcune volte...ho 27 anni)....lo stage è gratuito perchè l'università vuole che sia gratuito ma alla ragazza qualcosa darò senza dubbio e vuoi sapere per i concorsi che gli ho detto?tolte le spese di stampa e spedizione facciamo al 50% ci rimetto pure di corrente......ma fa niente io sono stato da un architetto per un paio di mesi e so scappato.....
Chiara :
Ma non eri quella che stava sveglia la notte a rimediare ad errori altrui? o dormi sonni tranquilli?
scherzi a parte:diciamocelo, per quanto ammiri e rispetti il fatto che tu sia riuscita a costruirti qcs di tuo, magari dopo anni di sfruttamento a tuo danno, non mi piace come la pensi adesso riguardo ai collaboratori...1° non mi stancherò mai di ripetere che siamo solo noi architetti poco furbi che ce ne usciamo dall'università tranquilli e beati dicendo "lavoro gratis" perché ho solo da imparare...un neolaureato di un altro settore non si sognerebbe mai di farlo, né tantomeno il suo potenziale datore di lavoro si sognerebbe di promettergli esperienza gratis...l'esperienza (sia pure "teorica e nascosta") c'è, e basta tirarla fuori ( e non si fa restando a fare il caddista frustrato per anni)! 2° se davvero i tuoi collaboratori ti combinano tanti casini perché li tieni? diciamo che ti fa comodo...di solito se si lavora bene si merita una giusta retribuzione...per quanto io ritenga corretto dare SEMPRE il meglio di sè stessi, se fossi sottopagata o addirittura lavorassi gratis non credo me ne fregherebbe più di tanto di quello che faccio...specie se sapessi che il mio datore di lavoro parla di me così e si vanta addirittura di concedermi il grande privilegio di usare i suoi mezzi (...ma andiamo...ci sono certi studi che come mezzi fanno pena...per fare dei lavori decenti quando lavoravo da uno di loro ero costretta ad usare il mio PC personale...mi auguro che non sia il tuo caso)...diciamo che quelli più competenti li devi pagare? Credo che economicamente ci si perda più a rifare più volte lo stesso lavoro che a farlo già buono al 1° colpo investendo un po' di più...e ti parlo per esperienza personale
...scusate ma quando sento queste dimostrazioni di falso buonismo -e reale sfruttamento- divento una belva...
Andrea :
ciao nico
già ci siamo sentiti per mail ricordi?
scusa ma forse non mi sono spiegato
parlando alla nostra collega bx non ho detto che quelli non bravi non li devi pagare ma semplicemente che se li tiene a fare se le combinano casini e le usano i suoi potenti mezzi oltre ad attingere dalla sua fonte d'esperienza?
era ovviamente una provocazione

buona giornata e buon lavoro
Andrea :
sottoscrivo ogni tua affermazione

buon lavoro
maria :
E quale sarebbe l'etica????!!?!? quella che ti farebbe denunciare all'ordine una collega che fa un lavoro gratis per un amico e ti fa dormire sonni tranquilli mentre dei ragazzi che hanno la tua stessa laurea lavorano per te per pochi euro???
La verità è che fa comodo alla coscienza il pensare che i neolaureati lavorando stanno facendo preziosa esperienza e devono essere pure grati per questo...e proprio perchè l'abbiamo vissuto sulla nostra pelle non dovremmo più ripetere questo meschino meccanismo.
Pedro :
Maria ma davvero si puo denunciare all'Ordine un collega per questo??!! perche io lo faccio subito tanto nn ho niente da perdere e come me credo tanti altri frustrati da questo andazzo..siamo ormai alle cozze, è un mal costume che se gli ordini o chi per loro nn decidono di affrontare con le buone...
bx :
sì che si può fare... allora io posso fare lavori gratis per altri (e sono stata fessa per farlo fino a 30 e passa anni, anche all'estero), ma nessuno può lavorare (o imparare???) a poco prezzo per me... avete proprio lo spirito dei missionari ( e mi sa che non pagate neppure le tasse...)
maria :
Sii almeno coerente bx! predichi bene e razzoli male.....se le regole si devono rispettare allora facciamolo su tutti i fronti non quando ci fa comodo!!! se fai un lavoro gratis alla fin fine sei tu in prima persona che ci rimetti ma se non paghi adeguatamente chi lavora per te ledi gli interessi di qualcun altro. E coi soldi risparmiati ci paghi le tasse.........
rocco :
credo che con il chiedere consiglio sulla mia questione ho toccato un argomento molto scottante e dalle vostre risposte ho capito che forse all'inizio è meglio accontentarsi degli 800 euro al mese che lavorare gratis per bx!!!
Comunque vi ringrazio per la vostra attenzione, sperando che ogni tanto i presidenti dei vari ordini provinciali leggano i nostri forum per comprendere realmente quali siano le grandi difficoltà dei neoiscritti ed anche dei vecchi iscritti nel mantenere i loro studi. Cara bx l'esperienza conta molto, ma conta molto anche il rispetto per i propri collaboratori.
laura :
secondo me si può denunciare uno studio se nn rispetti i termini di legge che regolano lo stage formazione: vale a dire se nn ti affidano un tutor responsabile della tua formazione o meglio se si fimenticano la copertura assicurativa..pernsa se lo stagista si taglia un dito mentre alle 3 di notte fai un plastico per il capo!!
nicoprovoca :
.... su questo sito si parla sempre di lavoro, di esperienza gratuita e soprattuttoo di soldi.........ma che ci dovete fare co sti soldi????????????
pensate che scatole stare a casa senza avere nulla da fare......esperienza poco retribuita (mezza fiornata di lavoro)......e poi lamentarsi serve a poco chi denuncia chi ma de che APRITEVI LO STUDIO CHE L'ESPERIENZA VE LA FANNO FAREI VOSTRI CLIENTIIIIIIIIIIIIII!corse al comune, in cantiere a litigare con lui o con gli operai piu esperti di noi infinite volte.....la verita è che se uno apre il proprio studio e gli capitano due lavori insieme anche solo di due appartamenti da ristrutturare si entra in palla totale ma vedrete che esperienza quand i vs amici andranno al mare e voi sabato e domenica a lavorare......... e come dice un amico ingegnere..........l'architetto è poco uomo per fare l'ingegnere e poco donna per fare l'estetista!?!?!?!? ma la mia domanda è: e la donna architetto!?!?!?!??!?!
Chiara :
La donna architetto deve avere 2 00 ancora più dell'uomo...
Sono d'accordo con te, in proprio si lavora meglio anche se qc sacrificio si fa sempre...cosa fare con i soldi? quando ne vedrò un po' di più ti saprò dire! ciao a tutti

PS: sono comunque contenta di vedere che in maggioranza siamo "missionari" e i collaboratori li rispettiamo....ci siamo passati tutti, non rinneghiamo quello per cui abbiamo "lottato"
bx :
mi scoccia essere diventata il vostro capro espiatorio, in fondo non sapete nulla di me e di quello che faccio e che ho fatto, io non mi sono permessa di attaccarvi così pesantemente: e poi parlate di rispetto e di etica!!! Mi consola il fatto che siate ben disinformati, sia sull'etica professionale, che su questioni pratiche : sappiate che se lo stagista proviene da una scuola, l'assicurazione la paga la scuola stessa, e che in futuro (entro gennaio) ci sarà ancora più da provvedere oltre che una semplice assicurazione per la salute dello stagista! In bocca al lupo per chi consiglia di entrare in cantiere senza esperienza facendo pagare al cliente... sappiate che se è dificile trovare un cliente, è semplicissmo perderlo e che l'ordine non tutela solo noi, ma anche i nostri clienti...
Chiara :
Non ho detto SENZA ESPERIENZA...ma che l'esperienza si fa sul campo...Soprattutto continuerò sempre a ripetere che -come in tutti i settori- nessuno esce dall'università completamente ignorante come vogliono farci credere ( a meno che non abbia passato anni a dormire, anziché studiare e imparare, ma qs è affar suo), ma semplicemente bisogna avere il coraggio di tirare fuori la grinta e ricordarsi le proprie cognizioni...mentre per la maggior parte dei "neolaureati sfruttati" che stiamo difendendo "a spada tratta" l'unica possibilità di fare esperienza che viene concessa sono ore ed ore davanti ad un pc a disegnare al cad...non credo che qs cambi molto dal punto di vista della tutela del clente, a meno che per la propria immagine non sia essenziale fare correttamente wblock, hatch&co...nessuno ti voleva prendere come capro espiatorio, ti ci 6 messa da sola...

(PS: cosa fa e come funziona l'Ordine lo sappiamo quanto te!)...
Pedro :
il malcostume dello stage è ancora peggiore del sommerso...ahhh se negli studi di mezza Italia potessi mandare la finanza..i nostri vecchi cari colleghi!!
Laura :
La questione è di fondo: E' questo maledetto TAPPO GENERAZIONALE che va sturato una volta per tutte..e nn sono nell'architettura!! il "vecchio" è portatore di logiche e metodi mafiosi e nepotisti che vanno emendati senza pietà!!
nico :
se si persiste a far fare gli stage la colpa non è nostra......chi li ha voluti questi stage???????? noi non li abbiamo chiesti a nessuno.......i master con stage hanno dei costi maggiori di altri perchè chi li segue paga i 3 mesi di stage quasi 1000€ al mese e poi si trova ad essere silurato dal prossimo stagista cha ha pagato......io oltre a prendere una ragazza o un ragazzo che vuole fare lo stage da me e che mi porta un documento in cui l'università sottolinea che lo stage è gratuito e girargli il 50% di una eventuale vincita a concorsi o pagargli una collaborazione su qualche lavoro non posso fare........mica posso pagarlo a mese se in un mese non entra alcun lavoro e rimetterci telefono adsl corrente, bevande , bibite, pranzi fuori o altro.....se entra qualcosa si paga lo stagista (anche se non dovrebbe essere pagato) ma perchè io odio lavorare per gli amici per i parenti o per la gloria e gli altri penso anche...
bx :
tranne che sull'obbiglatorietà dello stage; vi sono altre professioni tra cui geometri (che ci tolgono ingiustamente e in maneira spudorata lavoro... esistono solo in Italia) e avvocati che hanno lo stage obbligatorio, questi utlimi almeno due anni prima di avere l'abilitazione... ed è giustissimo, è uguale per tutti e da valore all'esperienza (cosa che i neolaureati devono capire, non è vero che appena usciti dall'università hai le competenze per lavorere in uno studio).. c'è poi da tutelarsi da coloro che si professano colleghi e invece sono meno di interior designer... contro quelli e l'imperare di geometri e imprese si deve combattere in primis, allora poi sì che avremmo tutti il giusto volume di lavoro continuo che permetterebbe di pagare anche i collaboratori in modo giusto... se i soldi o il lavoro è a singhiozzo e a volume variabile (come capita a me), come fai a promettere a uno di pagarlo quando poi magari tra 6 mesi non puoi più? oppure rinunci al lavoro perchè non puoi pagarti un collaboratore?
nico :
apposta perche quando ti servono li chiami e li paghi altrimenti che fate a studio da te per 6 mesi....vi guardate in faccio???? e poi non so se te hai imparato qualcosa in qualche studio ma al 99% fai solo i disegni e li c'è poco da imparare perche ti chiamano solo se il computer lo sai usare......gli avvocati.....poverini per due anni a gratis....dopo 5 di università una soddisfazione personale.......chi viene usato anche se deve imparare deve essere pagato sempre.....se poi uno inizia a dire a me non mi pagavano non se ne uscirà mai......
bx :
io quando lavoravo negli studi quasi sempre sono stata fortunata ad andare in cantiere e ringrazio mille volte per questa esperienza, i miei collaboratori quando posso li porto... ma c'è un problema, che spesso il cliente vuole solo te e anche quelli dell'impresa hanno problemi...
in studio c'è sempre da fare, anche se non ci sono commissioni... hai idea di cosa sia l'informazione o l'aggiornamento?
rocco :
Bx ha ragione quando dice che i geometri, ed io ci metto anche gli ingegneri, ci tolgono lavoro ingiustamente perchè non preparati per offrire una qualità architettonica degna di questa definizione. Ed è per questo, SOPRATTUTTO, il motivo per il quale siamo costretti a lamentarci ed a sfogarci in questo forum. Io ho appena collaborato (ho fatto esperienza!!) per uno studio di due ingegneri a cui hanno affidato (per conoscenze) la progettazione di una chiesa. Uno che non ha visto il loro prodotto potrebbe dire "bè può essere che hanno comunque creatività e talento" ma io l'ho visto e vi grantisco che ogni qualifica professionale deve rimanere nel proprio campo!!!!!!!!
bx :
il peggio è che esistono molti individui non laureati nè geometri che si spacciano per architetti, tanto nessuno li controlla nè li fa naulla, e si fanno anche pagare di più... il segreto sta nella faccia di tolla e nell conoscenze.. a mio avviso primo compito dell'ordine sarebbe quello di difenderci da questa gente che fa danni a manetta... e non lo dico come rocco per ecriminazione personali, conosco bravi geomtri, ma a mio avviso loro dovrebbero occuparsi di catasto e certificaziuoni varie
Andrea :
lo dice la parola geo-metra appunto colui che misura la terra
questo dovrebbero fare, rilievi tacheometrici e pratiche catastali invece di continuare a devastare il territorio delle province italiane dove sono dei veri boss e hanno molto più peso degli architetti essendo secondo l'opinione diffusa meno cari, meno fighetti e tutto sommato fanno quello che farebbe un architetto (tanto la storia del limite dei metri cubi non se la caga nessuno)
CONSIGLIO a tutti "le geometrie impazzite" di oliviero toscani, vera denuncia degli scempi nati per mano di questi professionisti della miseria nelle provincie italiane
pure questo è un fenomeno SOLO italiano
nico :
ma non fate di tutta l'erba un fascio....esistono anche architetti che piu che tali sono solo speculatori edilizi e andrebbero radiati dall'ordine....
per bx ma ti rendio conto che dici....parli di aggiornamenti, perfezionamenti....ma chi li fa te o i tuoi collaboratori????nel primo caso lasci loro in studio a lavorare o mettere ordine e te passi a fine serata a vedere le cose come stanno e non gli dai una lira anzi un euro
!!!!!! complimenti....per fortuna la pensiamo diversamente se no il kmondo rimmarrebbe quello che è....cioè uno schifo!
Andrea :
si
esistono architetti da radiare ma non è questo il punto
il geometra manca totalmente di cultura architettonica ma non perchè stupido, semplicemente perchè non ha studiato, quindi è come se un unfermiere si mettesse a fare interventi di chirurgia cardiovascolare
è esattamnete la stessa cosa
dovrebbero prima di tutto gli ordini regolamentare e limitare le competenze di questi signori
purtroppo , e ti parlo di verona, l'ordine dei geometri è molto forte, in compenso il nostro ordine della pr di vr fa schifo.....il mio collega di studio è in lista per il nuovo consiglio..speriamo bene
nico :
l'unico sistema che ci resta è dare una svolta all'ordine di appartenenza......vuol dire candidarsi nel collegio e fare tutto per salire al posto piu alto.......ma nella salita non si rischia di marcire????????
Andrea :
ancora la puzza non la sento anche se il mio collega si candida a presidente
comunque se capitasse comincerò a preoccuparmi..ora voglio essere ottimista
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.