nodi da snodare

messaggio inserito giovedì 17 febbraio 2011 da onutzah

[post n° 255010]

nodi da snodare

salve, ripeto una domanda fatta qualche giorno fa. il progetto: ristrutturazione di una abitazione sita in una zona con vincolo ambientale. problema: tra il catasto e lo stato di fatto tante incongruenze. la prima differenza sarebbe un ballatoio accorpato 10 di anni fa , ma con il condono non finalizzato. l'intervento fatto sul prospetto dell intero fabbricato ha comportato aumento di SLP per tutti i appartamenti che a tal ora erano di una unica proprietà. ci vorrebbero dei agg catastali per tutte le unità, in più i nuovi catasti dovrebbero rispecchiare la situazione condonata (sono state fatte delle modifiche strutturali - vano scale e vano ascensore invertiti, e non solo). Secondo problema : sul terrazzo del mio cliente esiste un volume che non è dichiarato....cosa mi consigliate?
:
Cosa significa condono non finalizzato?che devono ancora darti una risposta? se è così puoi tranquillamente chiamare l'ufficio condoni (da me si chiama così) e chiedere la conclusione del procedimento perchè altrimenti non puoi andare avanti con le tue pratiche edilizie. Questo secondo me è il primo passo da fare per sbrogliare la matassa. Non ti preoccupare che nn sei il primo a dover rompere ai tecnici per chiudere pratiche di condono vecchie come il cucco: è la norma.
:
Prima devi sistemare la faccenda a livello comunale (autorizzazioni, condoni, sanatorie e quant'altro) e poi farai aggiornamento catastale. Se adesso presenti nuove planimetrie al catasto nn hai sanato un bel nulla.
:
sono stata proprio in ufficio condoni a chiedere...dicono che non hanno chiusa la pratica xke non sono state presentate le piantine catastali aggiornate...ma la cosa a me sembra grossa - con tante modifiche eseguite, il palazzo oggi è cambiato -sono state apportate modifiche strutturali. perciò mi viene a pensare che non solo il mio cliente, ma tutti abitanti del condominio dovrebbero decidere di mettere la cosa a posto - certo ma sicuro che costerà.
:
Ah scusa, allora avevo frainteso: pensavo che tu volessi sistemare la faccenda riaccatastando. Sorry.
Stavo pensando una cosa: ma gli altri condomini hanno presentato domanda di condono all'epoca? o solo il tuo cliente? se gli altri nn lo hanno fatto tu puoi solo occuparti di concludere la pratica di condono relativa all'appartamento del tuo cliente. Poi successivamente vedere se il volume in terrazza è sanabile (con un p.c. in sanatoria magari) per il tuo comune (per il mio nn lo sarebbe per esempio).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.