Come presentarsi

messaggio inserito martedì 15 marzo 2011 da momo

[post n° 257360]

Come presentarsi

Sono alle prime armi e vorrei propormi a diversi studi tramite curricula e pensavo di mandarlo via email. Avete qualche consiglio sull'approccio iniziale? Solo lettera di presentazione e curricula?
Grazie
:
Ciao, per quanto riguarda il CV ormai è da redigere in formato europeo: trovi i format facendo una semplice ricerca su internet.
Alcuni studi richiedono che il CV sia redatto direttamente in lingua inglese.
Per quanto riguarda la lettera di presentazione, puoi trovare anche per questa diversi modelli in rete...ti consiglio comunque che sia breve e che metta subito in risalto le tue peculiarità lavorative, di studio e personali, oltre le ambizioni.
:
copio e incollo una lettera di un selezionatore del personale inserita nel blog di Severgnini qualche tempo fa.
"Gentile Severgnini e cari Italians,
la mia ditta opera in un settore quasi immune dalle presenti difficoltà economiche e continua a crescere, dandoci la possibilità di offrire posizioni in Europa. Riceviamo parecchie richieste e, mi spiace dire, molte proposte da ragazzi italiani vengono cestinate per ignoranza di galateo d'ufficio. Vorrei perciò aiutarli a farsi notare consigliando la messa in pratica di queste poche regole.
1. Quando si telefona, la persona che risponde ha la precedenza nel terminare la chiamata e non viceversa 2. Una e-mail deve essere breve, con punti chiari e firmata 3. Quando si viene convocati per un colloquio si arriva in anticipo, vestiti e curati dignitosamente, con il cellulare spento e con gli occhiali da sole in tasca 4. Il curriculum deve essere breve, massimo di due pagine. Non usate quelli «europei» che si trovano in internet: irritano. Il curriculum deve contenere nell'ordine seguente: A) dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, indirizzo e contatti) B) attuali mansioni e responsabilità C) gli ultimi tre-quattro lavori con date, mansioni e responsabilità D) esperienze specifiche, corsi di specializzazione e livello di conoscenza di lingue straniere E) ultimo grado di istruzione (solo il titolo) F) interessi vari G) referenze - solo quelle di lavoro.
Usare una breve lettera di introduzione, se possibile scritta a mano, sottolineando il fatto che vi considerate la persona adatta. Non dilungatevi: se avete le caratteristiche giuste sarete chiamati a un colloquio durante il quale avrete la possibilità di «vendere» i vostri meriti. Durante il colloquio non discutete stipendio e modalità. Infine: siate onesti, non inventate lavori mai fatti o livelli ben fuori le vostre capacità - il vostro interlocutore conosce tutti i trucchi del mestiere e scoprirà la verità in cinque minuti. Infine: ringraziatelo per l'opportunità e ditegli che sperate di avere notizie al più presto.
In bocca al lupo."
:
D'accordo con quanto riportato da fulser, tranne su una questione. Personalmente preferisco il curriculum europeo, perché è più facilmente confrontabile con altri, so dove trovare le cose, si legge più velocemente.
Sono d'accordo che il curriculum non debba essere troppo lungo, ma soprattutto è importante che le esperienze riportate siano tutte inerenti il lavoro che viene richiesto.
Leggiamo prima la lettera di presentazione dove vanno scritte le motivazioni e le aspettative. Si legge prima quella e poi (eventualmente) il curriculum.
:
Intanto vi ringrazio per i consigli e, in effetti, anch'io mi sono adeguata alla prassi ed ho un curricula europeo.
Ma vi volevo chiedere ancora una cosa, vista la risposta interessante di Fulser; alla mia mail allego il curricula e la lettera di presentazione o è la stessa lettera la mia email e il curricula l'ellegato?
Avrete visto anche voi è difficile trovare studi o aziende che richiedono personale; nel mio caso poi mi propongo come manovalanza: sono nelle condizioni di dover apprendere il più possibile. In cambio posso dare tanta disponibilità, capacità acquisita con lo studio e freschezza nelle idee (nonostante la mia età), ma certo non esperienza, perlomeno non in architettura. Questo per dire che la mia email è diretta a studi o aziende che preventivamente ho selezionato per affinità di stile o di attività e alle quali mi voglio proporre, ma non rispondo ad annunci e magari non hanno nemmeno bisogno di nuovo personale.
Ancora grazie.
:
mmh, domanda da un milione di euro.
Molti preferiscono avere una lettera di presentazione manoscritta, il che presuppone che lettera e curriculum siano allegati alla mail.
Ti posso dire quello che vedo come si comporta il titolare nel mio ufficio (che però non è uno studio di architettura). Intanto mail o richieste che arrivano senza una telefonata in anticipo vengono viste con molto fastidio (c'è chi manda il curriculum con TUTTI gli indirizzi mail visibili a cui è stato spedito!!! tremendo errore), perchè si suppone che non sei motivato ad un posto in particolare; chi si presenta personalmente in genere viene rispettato, ma guai a presentarsi con genitori. Una telefonata dopo l'invio della mail o della lettera è gradita, viene vista come interessamento.
In sostanza, devi ragionare come se fosse proprio in quello studio che vuoi lavorare, e solo in quello. In genere viene ben visto chi ha fatto un'attività che magari non c'entra niente ma che è stata fatta seriamente (sport o altro), e chi ha terminato gli studi magari non con un voto alto ma nei termini.
:
Una precisazione per momo:
si dice "il curriculum", "un curriculum".
Anche queste conoscenze sono importanti nel presentarsi ad un'azienda...:-)
:
brava desnip, una precisazione importante.
L'ortografia, la grammatica, la precisione nella battitura dei testi influiscono.
:
Grazie per la precisazione, erroneamente ho usato il suo plurale... grazie a tutti per i consigli dati. Buon lavoro
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.