accatastare un immobile privo di regolarità urbanistica

messaggio inserito mercoledì 25 maggio 2011 da architekton

architekton : [post n° 263610]

accatastare un immobile privo di regolarità urbanistica

È possibile accatastare un immobile privo di regolarità urbanistica?
Io credo di no in quanto la regolarità catastale non sana quella urbanistica. Il problema è convincere un cliente il quale sostiene che suo fratello ha di recente accatastato un immobile come il suo, non condonato e non ha avuto problemi (si tratta di due ripostigli di 8-9 mq ciascuno, sul loro terrazzo condominiale), quindi vorrebbe fare lo stesso. Inoltre il locale di sua proprietà non è menzionato in nessun atto di proprietà. Dunque è un “fantasma” e lui teme che qualcuno possa occuparlo indebitamente, dichiarandone poi il possesso: di qui la volontà di accatastarlo, come prova di esistenza. Ma il notaio non può rogitare se il condono non c’è e quindi non c’è qualcosa che attesti che il locale sia effettivamente suo.
La mia idea è che il fratello del mio cliente abbia probabilmente sanato con l’ultimo condono del 2004 e che abbia così potuto intestarsi regolarmente il locale in questione e venderlo successivamente.
Siete d’accordo oppure, più semplicemente, è possibile che il catasto di Roma accetti pratiche prive degli estremi della regolarità urbanistica?
Grazie a tutti e salutoni
sa :
come ben sa, il catasto non è legato alla regolarità urbanistica
il cliente può benissimo accatastare anche se edificio abusivo ma non regolarizzerà niente, renderà regolare l'edificio ai fini fiscali, non urbanistici.

bisogna far luce sulla vera proprietà dei ripostigli, provi a fare un controllo incrociato, verifichi la visura catastale del fratello(i mq accatastati, catagoria...ecc..).

cmq resta il fatto che un edificio anche abusivo lo posso accatastare senza problemi, ma non sanerà l'edificio per quello è tutta un'altra storia.


ciao spero di essere stato utile.

buon lavoro
Getix :
E' assolutamente possibile dichiarare al catasto un immobile privo delle autorizzazioni urbanistiche . . . . . anzi con la fine di aprile è scaduto il termine per la sanatoria catastale che, si prevede, prosegui in una sanatoria urbanistica!
Kia :
Riporto frase mitica del mio capo: "se domani accatasto una villetta in piazza San Marco, al catasto accettano senza battere ciglio". Non c'è assolutamente connessione tra autorizzazioni edilizie e catasto. E posso aggiungere una cosa?basterebbe fare una legge che dice che ogni volta che presenti variazione catastale devi allegare protocollo della DIA o di altri atti e obbligare i tecnici del catasto a verificare la conformità.
Solo che questa legge (che è di una semplicità e buon senso disarmanti) sarebbe una legge per abbattere l'abusivismo. Ma evidentemente fa comodo a molti che l'abusivismo resti così poi si fanno i condoni e lo stato ci guadagna.
Kia :
Prima o poi la facciamo sta cosa (il mio capo è leggermente sovversivo) di accatastare in centro piazza, come atto di protesta verso questo sistema che difende l'abusivismo!
desnip :
Architekton hai per caso sentito parlare della "sanatoria catastale" e di tutte le polemiche che ne sono seguite in questi mesi, dovute al fatto che sana ai fini catastali e non a quelli urbanistici???

Per il resto quoto pienamento quello che dice Kia sul fatto che basterebbe rendere obbligatorio l'allegato del titolo autorizzativo per sconfiggere l'abusivismo, ma probabilemtne non conviene.
Così come non conviene rendere obbligatorio l'allegato delle fatture alle pratiche edilizie per sconfiggere l'evasione fiscale...
Kia :
Io la vedo veramente come una cosa tipica italiana. E la gente (ma anche tecnici ahimè) non capisce che è una presa per i fondelli un provvedimento come la sanatoria catastale. Tra l'altro la pubblicità che ne hanno fatto è una cosa indecente nel senso che è INGANNEVOLEEEE! fa credere al privato cittadino che se accatasta il cosiddetto "immobile fantasma" poi è tutto ok! ma nn è indecente, secondo voi? per me è fuori da ogni grazia di Dio e complica di molto il nostro lavoro. Poi tra l'altro, secondo me esistono professionisti che pur di accaparrarsi il mercato di questi accattastamenti nn informano adeguatamente il cliente sul fatto che a livello edilizio nn stanno sanando un fico secco e che cmque rischiano la demolizione!
Kia :
Non so se Report abbia già fatto una puntata sul tema ma se nn lo hanno ancora fatto sarebbe da suggerirglielo!!! perchè ci sarebbe molto ma mooolto da dire.
salvatore :
in ogni caso, di al tuo cliente - che teme l'occupazione abusiva (di qualcosa che tra l'altro è abusivo) - che il catasto non è probante ai fini della proprietà
ic :
quoto 100% Kia !!!!!!!
Kia :
www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-06-15/sanatoria-catasta…
Interessante articolo di sole 24ore dell'anno scorso ma sempre valido sull'argomento.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.