ALLOGGIO MINIMO

messaggio inserito lunedì 28 novembre 2011 da policano

policano : [post n° 277666]

ALLOGGIO MINIMO

Buongiorno, fatto salve diverse indicazioni di regolamenti locali, secondo la vostra esperienza, quale dovrebbe essere la dimensione minima di un bilocale?
Credo ci si debba riferire al art. 2 del Decreto ministeriale Sanità 5 luglio 1975: "Per ogni abitante deve essere assicurata una superficie abitabile non inferiore a mq 14, per i primi 4 abitanti, ed a mq 10, per ciascuno dei successivi.
Le stanze da letto debbono avere una superficie minima di mq 9, se per una persona, e di mq 14, se per due persone.
Ogni alloggio deve essere dotato di una stanza di soggiorno di almeno mq 14."
Alla luce di quanto sopra mi verrebbe da dire che debba esserci comunque un soggiorno (14mq), il wc con antibagno e una camera (bastano 9 mq se per una persona sola alla luce del primo rigo dell'art.2 ??).
Ma se sono tirato come spesso accade, avendo un vano da circa 11 mq e uno da circa 14 mq oltre al wc + antibagno?
Faccio un bilocale di: SOGGIORNO+LETTO (14 bastano?) e CUCINA ABITABILE (11mq) oppure
SOGGIORNO con ANGOLO COTTURA (14 mq) e LETTO SINGOLO (9 mq)?
Che mi dite? grazie.
fedesir :
Ciao, direi la soluzione SOGGIORNO CON ANGOLO COTTURA e LETTO SINGOLO, sull'altra non ci metterei la mano sul fuoco. Non so garantirti se tutti i comuni consentono la stanza singola come unica nell'u.i, il mio (prov. varese) li accetta.
Se 14+11 =25, verifica che, conteggiando anche il bagno, la tua unità immobiliare abbia la superficie minima almeno di un alloggio monostanza (28 mq).
p.s.:vedi anche i post n° 188530 e n° 267118
otto :
leggi meglio il
DM 1975
art 3 ..........
l'alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva di servizi, non inferiore a 28 mq e non inferiore a 38 mq, se per due persone.
policano :
concordo con fedesir, la penso esattamente così, il dubbio è proprio la camera singola...

X OTTO.
Attenzione! io non sto parlando di monolocale (monostanza), ma di bilocale! l'art. 3 non lo applico, lo considero solo verificando che non sia inferiore a 28 mq complessivamente come dice bene fedesir.

grazie a tutti e 2
otto :
forse non ho capito il problema ma per quello che so io la camera singola come una camera non è ammessa
quindi si ha un min di 14 mq e una zona giorno anche con angolo cottura min di altri 14 mq + bagno, che se con accesso diretto dalla zona giorno con antibagno se dal corridoio no e si ha un min di altri 4 mq
e siamo già a 32 mq ... considerando un bilocale
mono si è già detto che non si può scendere dai 28 mq
fedesir :
Ciao,
per Otto: sull'art. 3 DM 5-7-75 hai ragione, la sup minima per un monolocale per 2 persone è 38 mq, ma non è imposta una superficie minima per un bilocale, nè l'obbligatorietà di una camera doppia nella dotazione minima (anche se molto comuni la impongono, alcuni, il mio per es., consentono di avere come unica stanza una camera inferiore a 14 mq).
Anche se, dove la legge non obbliga, il buonsenso dovrebbe guidarci....
otto :
siamo d'accordo
ma per come la sapevo io la regola è la seguente:
attenzione, in qualunque alloggio deve essere sempre presente almeno una camera matrimoniale (14 mq).
policano :
Io condivido l'impostazione di fedesir, però ho sentito molti colleghi interpretare anche che la camera matrimoniale è obbligatoria! io però non l'ho mai trovato scritto da nessuna parte e quindi mi pare una cosa un pò forzata! ad esempio ho visto poi anche pratiche di altri professionisti che fanno:1 soggiorno-letto >14 mq in un solo vano + cucina + bagno e antibagno! Infatti il soggiorno da 14 mq è normato per legge, la camera matrimoniale no ( a quanto mi risulti!), certo anche la definizione soggiorno-letto che si sono inventati questi colleghi non è che mi sembri cristallina! Capisco quindi e mi interessa molto perciò il parere di OTTO.
grazie a entrambi...
otto :
premesso che siamo nell'ambito dell'exnovo e che i comuni regolamentano tale disciplina attraverso il RE in conformità della legislazione nazionale vedi Dm 75 etc...
ora, io credo che se molti professionisti si sono imbattutti in RE che prevedono per i bilocali l'obbligo della camera doppia, mi pare evidente che questa sia una più precisa interpretazione del DM che ogni comune cerca di conformare al proprio territorio
dopodichè vorrei sollevare anche un aspetto commerciale non di poca importanza per cui potrebbe essre più interessante mandare sul mercato un bilocale per due persone anzichè per una, raddoppiando così la probabilità di vendita, visto che se c'è una sola camera per una persona,
uno che fa dorme sul divano e l'altro nel letto singolo ?
fedesir :
Per Otto: il tuo ragionamento non fa una piega, una camera doppia fa la differenza anche e soprattutto dal punto di vista commerciale, e trovo giusto che sia imposta per legge, ma di fatto non è così in tutti i comuni. Mi premeva sottolineare a Policano che , mentre per il soggiorno e la superficie minima di un monolocale il DM 75 indica vincoli, non ne dà per la camera, e alcuni comuni come il mio consentono di avere come unica camera anche una camera inferiore ai 14 mq (non per forza di 9 mq). Quindi, onde evitare di avere un bilocale con camera doppia di cui non è certa l'obbligatorietà (basterà andare in comune ed il mistero è svelato) ma privo di un soggiorno regolamentare, ho proposto una ipotesi che, sulla carta, consente di avere degli spazi a norma (ovviamewnte se il comune di Policano ragiona come il mio).
Comunque, dal punto divista della commerciabilità, non so se si vende meglio un bilocale con soggiorno/letto + cucina abitabile di 11 mq. oppure uno con soggiorno e cucina a vista e camera da 11 mq (teoricamente in 3 x 3,6 m, un letto matrimoniale ed un 6 ante potrebbero starci).
X Policano: hai novità?
Ciao ad entrambi!
policano :
eccovi la chicca (siamo in italia). il tecnico comunale che, in breve per andare al sodo, mi dice che il dirigente preferisce che ci sia la camera matrimoniale doppia, anche se sul regolamento non sta scritto! Insomma, solite cose di ordinaria follia nei comuni dove si viaggia a vista...e poi se qualcosa non torna, sono solo cavoli nostri. Io comunque mi trovo perfettamente allineato con l'opinione di fedesir, che poi non è diversa da quella di otto (al quale però forse non sono riuscito a spiegare bene la mia problematica, cosa che invece fedesir ha centrato in pieno!).
Comunque sia, per evitare rogne, proporrò due vani da 14 mq + bagno e antiwc, così da stare coperti... certo che una norma chiara e condivisa da tutti (almeno su queste cavolate) rimane sempre solo nel mondo dei miei sogni!?!
grazie a tutti e 2...
fedesir :
Inutile che ci giriamo intorno: leggi farraginose e mal scritte, in contraddizione tra loro e interpretabili a piacere da chi ha il potere di prolungare all'infinito i tempi della tua pratica: in Italia si lavora così, sotto ricatto.
Nel 1996, quando la dia era appena nata, avevo progettato un ufficio per una società inglese: il suo facility manager era allibito quando gli spiegavo che prima di iniziare i lavori (spostamento pareti e modifiche ai bagni), oltre a presentare il progetto in Comune dovevamo attendere 20 (si, allora erano solo 20) giorni di silenzio assenso. Così non possiamo competere..... buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.