Consiglio

messaggio inserito giovedì 15 dicembre 2011 da Luca

Luca : [post n° 278627]

Consiglio

Salve, ho bisogno di un consiglio, provero' ad esporvi il caso.
Sono il proprietario di un terreno, che in un futuro sarà edificabile, i miei vicini di terreno hanno costruito abusivamente (perchè il terreno è zona agricola) un condominio di 18 appartamenti. Nel realizzare le opere, hanno fatto una strada nella mia proprietà, hanno creato un pozzo per la raccolta delle acque reflue sempre nella mia proprietà, e con dei tubi le sollevano e le portano sempre passando per il mio terreno nel pozzo di scarico comunale...
Come devo procedere? denunciare il fatto? (ricordo che loro già ci abitano e non hanno l'abitabilità)
Loro vorrebbero darmi del denaro, ma non so proprio come valutare le opere che hanno realizzato, quantificare l' eventuale danno che mi hanno arrecato.

Altro mio dubbio, se domani il terreno diventa edificabile, se io mi faccio pagare da loro, avro' problemi con le autorizzazioni per costruire?

Cosa mi potete consigliare?
solidred :
credo che la cosa da farsi sia una denuncia per realizzazione di opere abusive da parte di ignoti sul proprio terreno, anche perchè potrebbero pensare un domani che le abbia fatte tu le opere essendo sul tuo terreno.
Opere edili abusive e scarico abusivo di reflui urbani con allaccio abusivo alla pubblica fognatura.

Vigili urbani e ufficio tecnico del comune come referenti per la denuncia
Paolo :
Concordo con solidred, dovresti fare una denuncia. In questo momento SEI TU L'ABUSIVO, per quanto riguarda le opere che sono sul tuo terreno. Ma se ti tuteli facendo una denuncia contro ignoti, passerai dalla parte della ragione.
Inoltre, dovendo un domani tu presentare un progetto, non lo potresti fare, in quanto nello stato di fatto non ci sarà solo un appezzamento di terra, ma una strada e delle opere fognarie; e poi chi è quel tecnico che dichiarerebbe che il terreno è libero da queste opere??Se invece vuoi farti pagare, rinunciando a possibili benefici in futuro, dovrai farti seguire da un tecnico, che redigerà una perizia sul danno causato, sulla superficie interessata e quantificherà il compenso che ti dovranno dare; in seguito si farà un atto di cessione di superficie e servitù di passaggio, al quale non potrai più appellarti.
P.S.ma come hanno potuto costruire abusivamente un edificio con 18 appartamenti in zona agricola??Avresti dovuto denunciare l'abuso quando vedevi le prime opere di fondazione del palazzo.Purtroppo per non esporsi prima, poi ci si trova in queste situazioni.
andrew :
18 appartamenti in zona agricola? senza abitabilità? senza permesso di costruire? senza autorizzazione sismica? no comment
desnip :
queste cose sono possibili quando i vicini fanno finta di niente...
Luca :
Scusate ma non vorrei passare per l'omertoso di turno! Preciso che è un terreno nel paese natale di mio padre, non viviamo piu' li', hanno potuto fare tutto questo proprio perchè non c era nessuno che li fermava, tra tutte le cose il terreno non è nemmeno recintato, quindi gli è venuta facile facile fare queste cose.
Cmq io sono un neo-ingegnere edile, posso farla io la perizia tecnica ed un eventuale computo dei danni che ci hanno fatto?
il rilievo riesco a farlo, ma per quanto riguarda valutare il danno per avere una somma risaritoria non saprei proprio come fare....potete aiutarmi?
Paolo :
Intanto come dicevo prima vai da un avvocato e presenta denuncia, in questo momento l'abusivo sei tu; l'avv. dunque ti chiederà di redigere una perizia giurata da depositare in tribunale.
Se andate a processo, il giudice nominerà un C.T.U. e farà redigere una sua perizia che , confrontata alla tua, lo porterà al verdetto.
Devi valutare il valore del terreno prima dell'abuso, le opere che sono state fatte e la perdita di valore che ha avuto il tuo terreno;non solo come superficie occupata dalle opere abusive, ma anche il minor valore che ha il terreno attualmente, ad esempio perchè prima potevi edificare determinati mc e ora non lo puoi fare più. Può darsi ad es. che tu prima potevi edificare una casa di 500 mc, ed oggi, in quanto la superficie del terreno sulla quale puoi costruire è minore, ne puoi fare solo 300, perdendo così la possibilità di 200 mc che potevi usare per la tua abitazione o vendere; infatti una perizia fatta bene valuta i mancati guadagni in caso di un'odierna vendita, il danno alle caratteristiche edificatorie del terreno, il danno per il mancato rispetto delle distanze, il danno dalla creazione di servitù di passaggio ecc.
Con tutto il rispetto, se tu non ti senti pronto o ferrato in materia, consulta un tecnico esperto per fare la perizia, ne varrà del futuro del tuo terreno e della tua proprietà anche in termini economici, non puoi permetterti di consegnatre all'avv. una perizia incompleta o che non valuta tutti i parametri.Ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.