progetto senza comunicarlo al comune

messaggio inserito lunedì 16 gennaio 2012 da esc

[post n° 280678]

progetto senza comunicarlo al comune

ciao a tutti...
volevo chiedervi un consiglio...
ho ottenuto il primo progetto da una mia amica...nulla di cosi grande, è un appartamento da 80 mq e vuole creare una ridistriuzione interna con pareti in cartongesso...insomma, cambiare le dimensioni di alcune stanze ed incollare il parquet sulle piastrelle...

mi ha chiesto di farle un progetto ma le ho detto che cambiando la superficie dei singoli vani bisogna fare una pratica al comune (la SCIA se ho ben capito) ma a questa richiesta mi ha detto che non vuole farlo...
( ps:il numero di vani rimarra lo stesso, in sostanza andro ad aumentare la superficie della stanza, e diminuire il soggiorno e il bagno)
in sostanza, si fara fare il lavoro da dei suoi amici...

il mio dubbio e:

- se deve essere comunicato e lei non vuole, ci son problemi per me?
- io al massimo le faro una ridistribuzione e poi lei si mettera in contatto con lfornitori, persone,ecc..

scusate ma essendo il primo lavoro e alle primissime armi le inceertezze della burocrazia mi lasciano alquanto perplesso :)

GRAZIE MILLE A TUTTI!!!
:
Lo so che non è molto deontologico quello che sto per dirti, ma purtroppo oggi si lavora così...
Se non vuole presentare pratiche in comune, falle pure solo il progetto, prima spiegandole naturalmente tutti i grattacapi a cui andrà incontro quando verrà fuori che c'è una diversa distribuzione interna (perchè verrà fuori).
E' già difficile farsi pagare quando ti affidano un incarico di loro volontà, figurati se li "convinci" tu...
Naturalmente, se procede a fare i lavori senza permesso, non pensare a presentarti in cantiere per la dl, ma limitati al progetto.
:
...ti converrebbe convincere la tua amica perchè comunque una spesa di una DIA o di un SCIA è abbastanza limitata e veloce quindi non vedo perchè rischiare un domani, se non un subito se gli fanno qualche esposto i vicini, di pagare sanzioni od altro per una semplice pratica boh!..
:
quoto Desnip, fai il progetto e lascia che si arrangi, quando i vigili le si presenteranno al campanello, avrai anche una pratica di sanatoria da fare.

Come dice il detto: chi non ha testa, ha gambe.
:
Per te nessun problema, ci mancherebbe!
Ma cerca di capire perché non vuole farlo e spiegale che è meglio dichiarare oggi che sanare domani.
Un altro buon motivo per convincerla: dille che può usufruire degli incentivi del 36%.
Comunque se non fai interventi strutturali la pratica è la comunicazione ai sensi dell'art. 6 dpr 380/2001, ovvero la cosa più semplice che ci sia.
:
fossi in te prenderei carta e penna e scriverei tutte le sanzioni e i possibili grattacapi con relativo costo e con tanto di data certa poi, visto che noi tutti poveri cristi abbiamo necessità di lavorare, farei il mio progettino e mi farei pagare anche in anticipo...
(non si sa mai gli amici sono quelli che più rapidamente, in certe circostanze, diventano pure i più acerrimi nemici...) "siente a me!"
e se arrivasse il vigile potrai sempre saggiamente affermare:
'il mal voluto non è mai troppo'... e gli fai la sanatoria, così tutto torna !
:
Ti fai fare una lettera di incarico PER LA SOLA PROGETTAZIONE.
Consegnato il progetto, finito il tuo lavoro. Tu le fatturi solo la progettazione.
Poi i problemi col comune sono solo suoi.
:
Ipotesi: mi viene da pensare che gli "amici" che le faranno materialmente il lavoro non sono una impresa iscritta alla camera di commercio e si faranno pagare tutto in nero...
Se gli fai una pratica depositata in comune, per l'intervento che descrivi penso che possa andare bene anche una CIA ma è tra quegli interventi per cui bisogna indicare l'impresa esecutrice (e qui si torna alla prima parte del mio post...con gli "amici" che le fanno il lavoro)...per lo meno così funziona nel comune in cui lavoro io. Poi, per concludere dovresti anche presentare denuncia di variazione catastale perchè anche se nn cambia il numero dei vani cambia la loro disposizione.
Spiega alla tua amica un'altra cosa: che se deve vendere per un motivo X la casa trasformata senza alcuna comunicazione al comune, dovrebbe prima proveddere a sanare gli abusi....perchè di abusi si tratta anche se fatti in cartongesso.
Quindi è meglio fare tutto in regola fin da subito perchè poi tutti i nodi vengono al pettine. Non avete idea (o forse anche si perchè magari capita anche a voi) di quante sanatorie sto facendo in questo periodo perchè c'è gente che non riesce a vendere casa perchè ha fatto lavori non autorizzati...
:
Nel caso la tua amica voglia procedere comunque, fai come suggerisce Ily e ti fai fare lettera di incarico con specificato per benino che tu le hai fatto solo ed esclusivamente una "consulenza per variazione distributivo interno". Meglio scrivere "consulenza": meno impegnativo. E stop. Poi sono cavoli suoi.
Poi tra l'altro, sarebbe anche poco furba se sposta muri ecc.ecc. a non fare una pratica edilizia perchè potrebbe sul serio usufruire del 36% (se in dichiarazione dei redditi ha un irpef...quello lo deve verificare lei in base al suo lavoro perchè può essere che faccia una attività in regime dei minimi per cui ha irpef+iva=imposta forfettaria e quindi l'irpef non è distinto ecc.ecc....insomma veda lei). Tra l'altro, nel 36% potrebbe inserire anche la fattura del professionista che la segue.
:
non mettere il tuo nome sulle tavole che le consegni e che andranno in cantiere!!!!
:
ciao ragazzi!!
innanzitutto GRAZIE MILLE A TUTTI per i consigli che mi avete dato!! davvero preziosi! :)

si, purtroppo, come avete capito e sinceramente non so bene il motivo, non vuole presentare la pratica in comune...
la sua intenzione e di fare tutto "black", sia con me sia con gli amici che faranno poi i lavori..
ho cercato di spiegarle che i vicini potrebbero chiamare i vigili ma non le interessa...

per me, faro come mi consigliate...una lettera di incarico quale "consulenza per variazione distributivo interno"...

ho provato a farle capire che conviene far la pratica al comune ma non sono riuscito a spuntarla...riprovero tra qlc settimana, magari cambia idea! :D

volevo chiedervi una cosa...a questo punto, per la sola consulenza, quanto converrebbe chiedere?

mi ha chiesto 3 soluzioni e i relativi render...e troppo chiedere per la sola progettazione 500 euro?!?
considerate che vuole una parete di 6 metri con un mobile interamente disegnato a mano e su misura...

GRAZIE A TUTTI PER I CONSIGLI!! :D
:
troppo poco!!!!500 a soluzione, quindi 1500 secondo me è più appropriato!
:
ok, allora chiedero 1500! :)
grazie mille inca!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.