Diverse altezze in camere da letto

messaggio inserito domenica 12 febbraio 2012 da Andrea

[post n° 283209]

Diverse altezze in camere da letto

Salve, sto progettando una casa in cui per esigenze spaziali vorrei disegnare le camere da letto con doppia altezza, e` possibile? Mi spiego: in una camera rettangolare, la meta` del soffitto e` a 2m dal pavimento mentre l`altra e` a 3.4m...quindi 2+3.4=5.4 che facendo la media 5.4/2=2.7m che e` l`altezza minima per legge, e` possibile?
l`altezza minima (2m) e` quella consentita dal regolamento per le zone sottotetto.


Grazie mille!
:
Dipende, perchè l'h media di 2.70 è riferita se hai le falde, invece nel caso tuo mi sembra di capire che ci sia un soppalco o qualche cosa di simile.
In quel caso prova a vedere cosa dice il regolamento o le nta.
:
Grazie mille maxxx, il problema e` proprio questo, ho letto le nta ed il regolamento ma non c`e` scritto assolutamente niente a riguardo. Forse mi dovrei affidare ad una norma piu` generale. quello che devo fare in realta` non e` proprio un soppalco, fai conto che la sezione della camera verrebbe a forma di "L"...quello che non riesco a capire e` se questi 2.7mt di altezza possono essere anche la media delle altezze dell`ambiente...e non ho neanche mai capito come vengono percepite dalla legge le pareti inclinate...

Grazie mille e se ti viene qualcosa in mente ti prego di scrivere qui!

ciaoo
:
Mah, 2 metri è veramente bassa, diventa anche difficilmente arredabile...
:
A mio avviso la legge dice che l'altezza "minima" di un vano abitabile non di servizio deve essere di 2,70mt. Il fatto della media mi sembra una forzatura non accettabile, potrei fare in un villino una camera di 14 mq di cui 13 a 1,50 e poi un mq tipo canna fumaria alto 10mt?? Come puoi fare la media aritmetica? quanta superficie è alta 2mt e quanta alta 3,4?tu parli di metà esatta e nei casi in cui non è la metà? come faresti il calcolo? Non regge.

Io credo che questo tipo di approccio sia fuori norma e che una stanza per essere abitabile deve essere alta 2,70 a meno di soluzioni tecniche puntuali per motivi giustificati che caso x caso si potrebbero discutere, tipo controsoffittature per impianti o isolamenti particolari a volte possono essere valutate.
:
hai guardato se il RUE prescrive un'altezza minima degli ambienti abitabili?ci dovrebbe essere e di conseguenza io userei quella.....
:
Grazie mille per l`interesse e le risposte.
@John: i dubbi che hai a riguardo sono anche i miei, e` vero che non si puo` avere una stanza con una canna fumaria...pero` e` vero anche che se si prende la logica dl sottotetto con l`altezza media, nella mia situazione avremmo la stessa quantita` di volume d`aria...forse devo considerarlo come soppalco, come diceva maxxx all`inizio, il problema e` che questo soppalco non sarebbe accessibile dall`interno della stanza, quindi in realta` non sarebbe un soppalco.
Comunque e` un casino progettare con tutti sti vincoli, all`estero si ha moltissima liberta` in piu`.

@mauro: il paese in questione ha solo regolamento edilizio e n.t.a. a qui posso riferirmi e non dicono assolutamente niente a riguardo.

Grazie mille a tutti, se vi viene in mente altro non esitate a scrivere!;)
:
le altezze dei locali vengono stabilite dal regolamento d'igiene, i regolamenti comunali poi si allineano a questo.
Nel regolamento di igiene l'altezza del locale è definita come volume della stanza diviso per la superficie della stanza. Se il risultato è uguale o superiore a metri 2,70 allora puoi procedere, se no devi rivedere le sagoma del solaio.
Quindi non devi fare la media aritmetica delle altezze.
Stai attento anche poi all'altezza minima del locale che secondo me non è 2 m ma 2,10 metri.

Di seguito ti riporto l'articolo di riferimento (in questo caso del regolamento di igiene di Milano)
3.4.7. ALTEZZE MINIME
Fermo restando gli indici minimi e massimi di cui ai successivi Comuni, ai fini del presente articolo l’altezza è definita quale rapporto tra i volumi e la superficie del singolo spazio.
L’altezza netta media interna degli spazi di abitazioniedi cui alla lettera a) del precedente art.3.4.2. non deve essere inferiore a m 2,70.
In caso di soffitto non orizzontale il punto più basso non deve essere inferiore a m 2,10.
Per gli spazi accessori e di servizio di cui alle lettere b) e c) dell’art. 3.4.3. l’altezza netta media interna non deve essere inferiore a m 2,40, ulteriormente riducibile a m 2,10 per i corridoi e i luoghi di passaggio in genere.
In caso di soffitto non orizzontale il punto più basso non deve essere inferiore a m 1,80.
Gli eventuali spazi di altezze inferiori ai minimi devono in relazione all’uso del locale essere chiusi mediante opere murarie o arredi fissi e ne potrà essere considerato l’uso esclusivamente come ripostiglio o deposito.

:
Nel caso di soffitti a gradoni l'altezza minima 2,40, per la parte non con h = >2,70 non possono essere inferiori al 50% del vano.
Nel caso di soffitti in pendenza, l?altezza minima prevista per i locali di categoria a1) dovrà intendersi come media, con una minima non inferiore a m. 2,00.
I sottotetti possono essere destinati ad abitazione a condizione che, fermo restando l?obbligo di rispettare tutti gli altri requisiti previsti dal presente regolamento, l?altezza media di ogni vano abitabile sia uguale o superiore a m. 2,70 con altezza libera in corrispondenza dell?imposta del tetto sul lato della gronda non inferiore a m. 2,00.
Nel caso di soffitti in pendenza, l?altezza minima prevista per i locali di categoria a2) e a3) dovrà intendersi come media, con una minima non inferiore a m. 2,20

Qui c`e` tutto, ma si deve tradurre :D

Grazieeee
:
Il caso tuo è quello col tetto a gradoni:
l'altezza minima ammessa è 2,40.
La superficie della stanza che ha altezza inferiore a 2,70 deve essere meno del 50% della stanza.
:
Si maxxx, questo in effetti e` quello che mi serve...dopo tanto penare...grazie mille a tutti per la collaborazione!
a prestooo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.