mimma

messaggio inserito martedì 6 marzo 2012 da carla

[post n° 285262]

mimma

Buonasera a tutti,
avrei bisogno di un consiglio:vorrei ristrutturare un appartamento di mia proprietà facendo opere di pitturazione, cambiando una vasca da bagno ed aprendo in pareti esistenti due vani porta, per migliorare i collegamenti dentro casa (e quindi chiudendone altre due esistenti con pannelli in cartongesso); in più realizzerei qualche parete in cartongesso per delimitare meglio qualche spazio ad uso corridoio e ripostiglio...come mi devo comportare? devo procedere con la Dia o posso fare una dichiarazione di edilizia libera.
grazie a chiunque mi risponderà.
:
Attività edilizia libera, in particolare una "Comunicazione Inizio Lavori Asseverata".
:
si, ma il tecnico posso essere comunque io visto che sono anche committente?
:
Dovrebbe essere cosi, perche la normativa parla di "non dipendenza ne da committente ne da impresa", ma puo essere interpretata come una non dipendenza economica. quindi se sei committente e proggettista puoi farlo.

Anche perche un architetto che paga un altro per farsi i lavori a casa propria è un po strano.



:
si ovvio puoi essere tu committente e progettista..il tutto con comunicazione per edilizia libera
:
Direi decisamente CIA asseverata.La Dia non si usa più per queste cose che sono diventate attività libere. (ovviamente con dei limiti alla libertà perchè per esempio nel mio comune se voglio fare un bagno in più posso farlo con la cia ma prima devo acquisire il parere positivo dell'ufficio ecologia. Poi lo allego alla cia e parto con i lavori ma prima devo fare questo passaggio)
:
confermo kia
tra l'altro la DIA non esiste più da un pezzo, ma alcuni comuni continuano ad averla in barba alla normativa.
:
x marco:
si, è vero. Nel mio comune la Dia è stata mantenuta solo per una serie di interventi (tipo ristrutturazione dove l'organismo edilizio subisce trasformazioni tali da renderlo totalmente diverso con acmbi di dest.uso ecc.ecc. e quindi non solo spostamenti di tramezzi per cui ora basta la cia).
:
scusate, ma applicando l'edilizia libera e non la Scia, i lavori sono detraibili fiscalmente?
:
x carla:
valgono gli interventi menzionati nella guida alle detrazioni fiscali scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate.
Adesso hanno allargato la lista degli interventi che ricadono in attività edilizia libera perchè hanno modificato l'art.6 del dpr 380/2001. Quindi sono state aggiunte cose che prima libere non erano e si dovevano fare necessariamente con DIA. Ossia se prima per organizzare diversamente il distributivo interno di un appartamento facevo la Dia (aspettare 30gg), adesso faccio la Cia Asseverata (parto subito con i lavori). Però ai fini delle detrazioni fiscali bisogna riferirsi alle guide dell'ADE e non tanto alla classificazione del dpr.
:
Precisazione:la SCIA si usa se vado a toccare le struttur portanti per esempio se ricostruisco un tetto compresa la struttura portante. Se devo fare solo tramezzi si usa la CIA asseverata tranquillamente.
:
scusate l'intromissione nel post, ma se oltre alla distribuzione interna, quindi nuovi tramezzi, devo fare un piccolo bagno dove prima c'era un ripostiglio va bene lo stesso la CIA? ovviamente non tocco la struttura portante
:
x schizzo: nel mio comune va bene cia asseverata previa acquisizione dell'ufficio ecologia la cui autorizzazione va allegata alla cia. Ma noi qua a venezia quando si parla di fognature e bagni in più è sempre un casino (può essere anche che non te lo concedano in base a valutazioni che variano caso per caso) magari da altre parti è più semplice
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.