Accertamento di conformità

messaggio inserito venerdì 16 marzo 2012 da Giulia

[post n° 286186]

Accertamento di conformità

buonasera a tutti, scrivo per avere chiarimenti (e suggerimenti) per sapere come muovermi nel caso di dover procedere con un accertamento di conformità su un immobile.
Premetto che ancora devo vederlo e prendere i documenti al comune, quindi chiedo un parere "teorico", diciamo così!
- primo passo: prendere la pratica al comune e vedere il progetto originario (o eventuali varianti o progetti successivamente presentati)
- secondo passo: rilievo dell'immobile x vedere lo stato di fatto
- opere realizzate in assenza di titoli
A) conformi alla normativa -> procedo con l'accertamento
B) non conformi alla normativa-> come si procede?
devo demolire tutto? oppure si può fare una pratica di ristrutturazione per sistemare la situazione ( che diventerà la base dell'accertamento di conformità)?
grazie a quanti mi vorranno aiutare...sono alle prime armi!!
Giulia
:
se non sono conformi bisogna demolire.
:
...se le opere non sono conformi ti devi accertare se possono essere sanate, art.34-36-37 del DPR 380/01, oppure vanno demolite e ripristinato lo stato dei luoghi all'ultimo progetto approvato...
:
ok, la domanda allora è: se le opere non soo sanabili (es. un bagno sottoci mq minimi) per questo ripristino devo fare una seconda pratica edilizia diversa dall'accertamento di conformità?
nellla fattispecie, come si tratta, come una ristrutturazione?
ancora grazie, Giulia
:
ciao Giulia, se l'opera non è sanabile poichè non risponde alle normative (bagno con sup. al disotto di quella ammessa), non è sanabile! Il tuo committente dovrà attendere un eventuale condono, oppure demolire l'abuso
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.