Vecchia DIA

messaggio inserito martedì 24 aprile 2012 da Clarch.83

Clarch.83 : [post n° 288966]

Vecchia DIA

Buonasera a tutti,
un'amica avvocato mi ha chiesto una consulenza tecnica su una causa che sta affrontando.
Spiegarla sarebbe troppo complicato ma quello che vorrei sapere è se è possibile richiedere una copia di una DIA che secondo la controparte sarebbe stata presentata 20 anni fa.
Per l'avvocato è fondamentale risalire alla data e quindi visionare questa DIA. Come si può fare? La copia di una DIA può essere richiesta da chiunque o solo dal dichiarante? Spero di essere stata abbastanza chiara, vi ringrazio da subito per le eventuali risposte!
Claudia
ponteggiroma :
si può fare con una richiesta di accesso agli atti. Il comune è tenuto a fornirti copia di quanto richiesto sempre che tu dimostri di essere parte interessata al procedimento
kia :
20 anni fa? guarda che non esisteva la "DIA" all'epoca. C'era semplicemente la "concessione edilizia". Comunque puoi fare un accesso agli atti se sei parte interessata (se sei un confinante con l'immobile interessato puoi chiedere tranquillamente copia della pratica). Chiama l'ufficio accesso agli atti del tuo comune e fatti spiegare la procedura per visionare e richiedere copia, i tempi, nonchè le modalità per fare domanda.
dr hell :
La DIA è stata introdotta con la L. 47/85.
fedesir :
La DIA in materia edilizia è stata introdotta con la L 662/96. prima di allora, le opere interne erano regolamentate dall'art. 26 della L 47/85. Altri strumenti erano l'autorizzazione edilizia e la concessione edilizia.
Conviene fare una ricerca per questo tipo di atti, in ogni caso un tecnico comunale queste cose dovrebbe saperle, e ti potrà sicuramente indirizzare.
Buona fortuna
otto :
l'accesso agli atti prevede che se c'è un soggetto controinteressato il comune potrebbe rifiutarsi di dare copia del progetto
la cosa importante da specificare nell'istanza è la motivazione che ti farai dare dall'avvocato che questa legge dovrebbe conoscerla L 241/90
comunque gli avvocati di solito riescono ad accedere più facilmente agli atti soprattutto se si sta attivando per un ricorso
fedesir :
Otto ha ragione sul soggetto controinteressato: il comune garantisce l'accesso agli atti, ma per prendere visione di una pratica edilizia inerente un immobile di proprietà altrui, oltre a specificare il motivo della richiesta, occorre avere una delega della proprietà. In mancanza della delega, il comune comunica alla proprietà che hai inoltrato una richiesta di accesso a pratiche inerenti l'immobile, il motivo per cui la richiedi e chiede alla propriwetà di motivare entro 10 giorni per iscritto un eventuale rifiuto. In caso di assenza di tale rifiuto, vige il silenzio assenso e puoi vedere la pratica. Se la proprietà oppone un rifiuto, deve essere opportunamente motivato, e puoi opporti se dimostri che hai un interesse o un giusto motivo per poter accedere agli atti. E' un po' complessa, ma questa è la procedura. In realtà, spesso viene aggirata....
Ciao....
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.