requisiti minimi per apertura studio architettura

messaggio inserito lunedì 30 aprile 2012 da clara

clara : [post n° 289207]

requisiti minimi per apertura studio architettura

salve,
vorrei destinare una stanza della casa dove vivo, di proprietà dei miei genitori a studio di architettura. Vorrei sapere se devo prevedere un bagno destinato esclusivamente allo studio. grazie
lel24 :
Ciao, provo a spiegare ciò che sono riuscita a capire perchè non è ancora del tutto chiara la questione: se parliamo di necessità di dotare lo studio di un servizio igienico per i clienti allora non c'è per il fatto che, essendo un locale privato non con attività aperta al pubblico (come potrebbe invece essere ad esempio un locale adibito alla ristorazione) non c'è l'obbligo di fruizione da parte di soggetti esterni. Se tu dovessi aprire uno studio medico, ad esempio, benchè si tratti anch'esso di studio privato, per questioni di igiene sarebbe opportuno anche se non obbligatorio. Il bagno dovrebbe essere previsto e adattabile nel caso che lo studio preveda l'attività lavorativa di più persone (es. dipendenti) perchè a quel punto risponderebbe alla normativa inerente ai luoghi di lavoro.
Perchè risulti indipendente da casa tua a livello catastale il locale dovrebbe essere frazionato e accampionato come A/10 e a livello urbanistico dovrebbe appartenere ad una unità a sè stante rispetto all'unità residenziale, per una questione fiscale più che altro, perchè risulterebbe difficile rintracciare le spese dello studio detraibili (es. telefono, luce ecc) se rimangono condivise con quelle della famiglia.
Spero di essere stata chiara e soprattutto corretta nella risposta.
clara :
grazie mille! Chiarissima!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.