Catastale

messaggio inserito martedì 25 settembre 2012 da Diversa distribuzione_Catasto

Diversa distribuzione_Catasto : [post n° 299393]

Catastale

Buona sera,

in previsione di una compravendita mi chiedono ci si accorge che la planimetria di un appartamento depositata in catasto è diversa dallo stato attuale (ultima planimetria agli atti anno 1939) mentre l'aggiunta di un tramezzo e l'apertura di una porta agli anni 60. Come dovrei procedere per regolarizzare le cose? Procedo con un docfa per variazione con causale diversa distribuzione spazi interni o devo fare anche altro? Grazie a tutti i colleghi che mi spiegheranno meglio dato che sono agli inizi.
Valy :
Buonasera,
prima di fare la variazione catastale devi accertarti che in Comune sia depositata la pratica con le variazioni che ci sono state negli anni '60, questo lo puoi fare chiedendo ai proprietari se hanno fatto qualche pratica edilizia nel corso degli anni, oppure andando in Comune e richiedendo la visura degli atti. Se non dovesse esserci niente, come penso di aver capito allora bisogna fare la sanatoria (ogni Comune ha le sue modalità, quindi è meglio andare a parlare con un tecnico). Solo allora si può fare la variazione catastale. Buon lavoro.
maxxx :
Mi stupisco x l'ennesima volta che tutti pensino di risolverla solo con un docfa... e invece in questo caso le variazioni sono avvenute negli anni 60... se fossero avvenute prima del 67 e sei in grado di dimostrarlo, l'immobile sarebbe conforme urbanisticamente.
Diversa distribuzione_Catasto :
Probabilmente le modifiche sono avvenute nel '62, in tal caso come potrei dimostrare questa cosa? Che documentazione dovrei produrre? Grazie
paolo :
a me è capitata la stessa cosa a Milano.
Ho dovuto fare, ovviamente in fretta, una pratica edilizia in sanatoria al comune e poi successivamente la variazione catastale, il tutto intestato ai proprietari attuali (ovviamente non contenti...ma che vadano a protestare dal notaio che a suo tempo gli ha fatto l'atto con la situazione non conforme...)
Non vedo altre vie...poi il tipo di pratica dipende dal comune, comunque con la SCIA si possono fare le sanatorie (con la CIA no).
Sempre che le opere eseguite rispettino le normative...RAI, etc...
ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.