parcella DIA

messaggio inserito venerdì 28 dicembre 2012 da azzurro

azzurro : [post n° 306049]

parcella DIA

Salve, vorrei un consiglio economico, nel senso che devo fare una DIA di un appartamento per opere interne e successivamente un nuovo accatastamento dell'appartamento.
Poichè per l'accatastamento in genere mi rivolgerò ad un collega geometra, cosa mi consigliate di chiedere il compenso per intero cioè l'espletamento della dia e per il nuovo accatastamento, o fare due compensi separati, prima x la dia da parte mia e successivamente per il nuovo accatastamento.
Inoltre potete consigliarmi su che cifra attenermi solo per la DIA.
desnip :
Ma perchè parli di dia? Per opere interne non dovresti fare una scia o una cia (o comesichiama)?
azzurro :
Infatti io riterrei più opportuna una scia, ma una collega mi ha consigliato la dia, perchè mi ha detto che facendo la scia e quindi nn dovendo aspettando i 30 giorni per il consenso x la dia, poichè i lavori con la scia partono subito è possibile in fase di lavoro che possano venire dei controlli
Valy :
Ma dipende dove lavori, a Milano per esempio, se sono opere interne la DIA non te la accettano ma ti obbligano a presentare una CIAL (è capitato proprio a me che al momento del protocollo mi hanno rimbalzata perchè erano semplici opere interne), poi se invece ci sono lavori più complessi tipo demolizioni di parti portanti, lavori anche all'esterno etc allora e tutta un'altra storia, meglio se vai a parlare in Comune anzichè col tuo collega. E poi se le cose sono in regola perchè devi spaventarti dei controlli? i controlli possono arrivare anche dopo 2 mesi dall'inizio dei lavori presentati in DIA e obbligarti a smantellare il lavoro che secondo il tecnico non va bene (e anche questo è capitato a me)... poi non vorrei fare la saccente ma per opere interne non bisogna fare un nuovo accatastamento ma semplicemente una variazine DOCFA e quindi le cifre di cui si parla variano notevolmente... cmq rispondendo alla tua domanda non si può rispondere perchè dipende dai prezzi della zona (una cosa che a Milano vale 10 magari a Roma vale 100 etc), dipende se farai anche la Direzione Laovori, se ti occuperai anche della Sicurezza, poi per quanto riguarda l'accatastamento secondo me se non lo fai tu e più giusto che fai fatturare direttamente il collega geometra a meno che hai altri accordi (del tipo carichi tutto tu, fai la fattura tu e poi tu fattura a lui, ma a me sembra sciocca una cosa del genere perchè vai a pagare tu le tasse su una cosa che non hai fatto). Buon lavoro.
ponteggiroma :
concordo totalmente con valy
desnip :
Anch'io non capisco queste paturnie dei colleghi sui controlli per la scia. Ma perchè, se inizi i lavori 30 gg. dopo con la dia, non li fanno?
maxxx :
Mi sembra ridicolo che a Milano non l'accettino: in teoria si può richiedere un pdc anche per demolire un tramezzo.
Comunque di solito si cerca sempre la via più semplice: in questo caso se non ci sono interventi strutturali) è la cia, cil, cial o come la chiamate.
Il preventivo faglielo unico, poi tu provvederai a pagare il collega (firmi te o lui la variazione al catasto?).
Per la parcella non ho capito l'entità dei lavori... comunque andrei da un minimo di 500 euro a un 2000.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.