Costo complessivo Professionisti

messaggio inserito giovedì 10 luglio 2014 da Paolo

Paolo : [post n° 344754]

Costo complessivo Professionisti

Salve a tutti ho una casa in centro storico seriamente danneggiata dagli eventi sismici del maggio 2012 in Emilia. Dovrò eseguire una ristrutturazione totale con miglioramento sismico o una demolizione e ricostruzione. E’ probabile che il costo di una parte di tale intervento (circa il 40%) non rientrerà tra quelli ammissibili a contributo e pertanto dovrò finanziarlo personalmente (ancora non so come). L’importo presunto delle opere potrebbe arrivare a circa 950.000/1.000.000 euro.
Desidererei sapere quanto potrebbe incidere in termini di percentuale il costo di tutti i professionisti coinvolti rispetto a quello presunto (prendiamo 1.000.000 per facilità di calcoli): Architetto (progetto esecutivo, direzione lavori, computo-metrico particolareggiato, assistenza al collaudo, ecc.), Ingegnere (progetto strutture, perizia ed assistenza sisma, sicurezza), Termotecnico, progetto esecutivo impianti.
Attendo Vostre, grazie!
john :
Penso capirai che non è semplice dare un consiglio su un argomento così delicato, che coinvolge molte figure e sopratutto che richiede un procedimento burocratico abbastanza complesso e con necessità di coordinazione. Vuoi un numero giusto per immaginare? credo che se sommi tutti quelli a cui ti rivolgerai e non avessi conoscenze non meno del 15 % dell'importo lavori dalla progettazione preliminare al collaudo.

Potresti provare a ridurre il tutto rivolgendoti ad uno studio di zona che magari integrando le forze ti fornirebbe, coordinato da un architetto, il lavoro completo. Dico questo perché un conto sarebbe rivolgerti a tre professionisti almeno, un conto sarebbe, vista la mole del lavoro, rivolgerti ad un architetto di zona che collabora con geologi, strutturisti, impiantisti etc, che potrebbe tirare fuori un progetto unitario e la percentuale potrebbe scendere intorno al 10/12 % dell'importo lavori, meno non credo.

Sono OVVIAMENTE tutti ragionamenti a spanne e senza considerare che partendo dal 1000000 di euro, un conto è se 900000 servissero per un consolidamento e 100000 per le finiture e impianti, un conto se le lavorazioni fossero distribuite in modo diverso.
Paolo :
Grazie mille John per la tua celere quanto articolata risposta!

Visto l'importo considerevole delle opere pensavo ad una cifra non superiore al 10%.

Nel mio caso tutti i rilievi e relative planimetrie dello stato di fatto (incluso le sezioni e i prospetti) erano già state fatte in precedenza da diverso Architetto. Pertanto per quanto concerne la parte architettonica si tratterebbe di sviluppare "soltanto" il nuovo Progetto.

In considerazione di quanto sopra, se utilizzassi uno studio integrato (Architetto, Ing. strutturista, Geometra) ritieni che il tetto del 10-12% max sarebbe da ritenersi congruo?

Il 1.000.000 euro sarebbe distribuito in modo equilibrato tra strutture e finiture/impianti.
john :
Secondo me si, potresti arrivare a quella percentuale se fornissi delle buone basi allo studio e lo stesso ti offrisse tutte le prestazioni necessarie in unico pacchetto. Ovviamente bisogna anche valutare quanto in zona gli studi si occupino di questo tipo di lavori e in base a dove ti trovi quante siano le difficoltà e le lungaggini burocratiche che un ufficio tecnico comunale potrebbe mettere di fronte ai professionisti incaricati. L'importante è che prima di una qualsiasi attività tu ti faccia fare un preventivo dettagliato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.