fattura non pagate

messaggio inserito venerdì 17 ottobre 2014 da Cristiana

[post n° 349706]

fattura non pagate

Ho iniziato un lavoro di ristrutturazione, intendo: rilievo, computo metrico, assistenza scelta materiali per poter definire l'importo dei lavori in una ristrutturazione privata. Ho consegnato il contratto per la parcella, del quale importo era già a conoscenza il mio cliente, che ha provveduto a tenersi e non firmarlo. Siccome ho emesso lui una fattura proforma come acconto ed ho visto che non mi restituiva ne' il contratto firmato, ne' eseguiva il bonifico a mio favore, mi sono fermata con i vari aggiornamenti dei vari preventivi ed ho chiesto il pagamento dell'acconto per tutto cio' che avevo eseguito sino ad allora. Il cliente (cliente?) dice che non mi deve nulla. Chiedo se in questa fase iniziale mi posso appellare a qualcosa.. (magari ad un santo) per farmi pagare questo bonifico e chiudere i contatti con questo malfattore.
:
Quindi niente lettera di incarico firmata?
:
No. Ha la lettera d'incarico consegnata anche tramite email. Ma non me l'ha riconsegnata firmata.
:
In effetti all'inizio di un incarico, in cui devi definire ancora l'importo dei lavori, le lavorazioni, comunque esegui un rilievo, fai vari computi metrici, come cavolo fai a definire un contratto con tutte le voci definite? ad essere corretti ci si rimette.
:
Quanto mi fanno inc...avolare queste storie. Ma in quante professioni o mestieri la gentaglia si permette di comportarsi così.
Provate ad andare dal meccanico o il gommista lasciargli l'auto e quando la ritirate dire "non ti devo nulla".
O al falegname, all'idraulico, l'elettricista...ma che firmiamo le lettere e i contratti col meccanico??? Provate a dire "non ti devo nulla" rischi che ti spacchino la faccia...

La lettera la hai, l'incarico c'era, certo è stato un percorso lacunoso ma permettersi di dire non ti devo nulla con rilievi e computi alla mano....insomma io insisterei e anche a brutto muso. Mi paghi il dovuto e ciao ciao. Anche fossero 10 euro per principio.
:
non e' che il tizio voleva solo sapere un preventivo per ristrutturare l'appartamente e tu sei partita in quarta con rilievo computo metrico ecc?
poi dare un contratto a uno senza farselo dare indietro firmato che senso ha?
:
Ma nel contratto fra committenza e tecnico è OBBLIGATORIO inserire la voce dei costi. Secondo te Alle io eseguo le cose a spanne? Così dando un'occhiata? Il lavoro è iniziato con la demolizione di una tramezza e rifacimento bagno. Poi ha cambiato idea e voleva fare consolidamento solaio. Cambierà un preventivo se aggiungo lavorazioni no? Qui proprio il cliente ha fatto il furbo perchè quando mi dava fretta per eseguire la scia ed ho consegnato lui il contratto preciso con importo ed ho voluto i dati della ditta è venuto fuori che voleva prendere un lavoratore a nero con i dati di una ditta che NON sarebbe MAI stata presente in cantiere ed io ho manifestato le mie forti perplessità, chiedendo tra l'altro di firmarmi il documento comprovante che aveva visto tutti i documenti della ditta e che se ne assumeva le responsabilità. Li' ha fatto retromarcia ed ha iniziato a negare ogni cosa che avevo fatto. s'intende che io ho tutti i documenti consegnati da lui stesso. planimetrie catastali, documenti identità, visura ditta, preventivi a suo nome, scambi di email circa le lavorazioni e sulle mie perplessità in merito ai lavoratori.. praticamente è UNO SCHIFO.
:
credo che sia capitato più o meno a tutti...
io non chiedo soldi fino alla pratica comunale e poi metto la lettera di incarico fra la documentazione da inviare al comune. Mi sembra di capire che i tuoi rapporti si siano irrimediabilmente rotti, non avere rimpianti con questo galantuomo meglio rompere prima che dopo!! chiama un avvocato per una lettera di messa in mora (con un legale amico non dovrebbe esserci "danno") o cercala in rete ed invia una raccomandata, ma solo se vuoi portare avanti una lite giudiziaria credo tu sia sotto il limite delle competenza del giudice di pace, ci vuole un mucchio di tempo ma finiresti con la piena soddisfazione, purtroppo non ci sono altri modi. Chiarisco che un incarico, è un contratto fra le parti, che può essere verbale o scritto. buona fortuna
:
@Cristiana ...
purtroppo penso sia capitato a tutti! Io nel mio preventivo/incarico descrivo brevemente il tipo di intervento previsto con indicazione del costo delle lavorazioni edili e indico per ogni mia attività il relativo compenso così in ogni momento in cui dovesse interrompersi il rapporto, entrambi sappiamo quanto ammonta il mio impegno e in più me.
Poi metto che laddove dovesse cambiare il tipo di intervento e/o costo delle lavorazioni , la mia parcella verrà rivista! ... è un conto gestire lavori per 10mila eurini, altro se l'intervento è di 300mila!
Normalmente l'incarico me lo faccio sottoscrivere con me li davanti ... e finchè non me lo sottoscrivono non alzo neanche la penna!!! è già tanto che sono andata a fare il sopralluogo!!!
Il mio atteggiamento può essere un po' arrogante, ma ho visto (fregature prese in precedenza) che se già all'inizio ci sono questi problemi, il resto non può andare meglio!

:
E aggiungo ...
tutto ciò che consegno di volta in volta al committente me lo faccio sottoscrivere! ... così non può dirmi "non me l'hai detto" ... "non ho capito" ... "non lo sapevo/capito" ....sti cavoli!!!
... è pignoleria, me ne rendo conto ... ma più di una volta mi ha salvato e aiutato ad ottenere il mio compenso!


:
Brava. Sono stata ingenua. Per non essere maleducati si passa da idioti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.