sanare un balcone

messaggio inserito martedì 16 dicembre 2014 da Luca

[post n° 353410]

sanare un balcone

salve sto comprando una casa a roma
la casa è stata costruita prima del 67
facendo alcune verifiche il geometra incaricato dall'agenzia
si è accorto che nella piantina iniziale non era presente
il balcone (molto piccolo)
che è ora presente
il geometra ha poi detto che per sanare il balcone (e la distribuzione dei vani interni)
ci vogliono da 12.000 euro a 14.000 euro
1.000 circa per la distribuzione interna ed il resto tra tasse e sanatoria balcone
principalmente per il balcone

a me sembra una cifra piuttosto alta
sapete dirmi qualcosa ?
:
scusa, ma stai comprando o stai vendendo? perchè se stai comprando la sanatoria non è affare tuo. Ti devono vendere l'immobile già sanato.
:
innanzitutto grazie per la risposta
sto comprando
hai ragione tu la sanatoria non è affare mio
ma il venditore però è disposto ad abbassare il suo guadagno solo fino ad un certo punto
quindi dice io della spesa per la sanatoria sono disposto ad accollarmi fino ad un x
il resto andrà ad aumentare il prezzo di vendita
e quindi meno viene a costare la regolarizzazione e meglio è per me
:
Allora il problema non e' piu' tecnico, ma commerciale. Comunque la risposta alla tua risposta e' si, e' possibile che la sanatoria abbia quel costo. Se non ricordo male dovvrebbe essere il doppio del valore di mercato dell'abuso
:
ok
grazie per la risposta
:
mi viene da dire che se la cifra è alta, non sia solo una questione classica avere una tramezza spostata di 30 cm come a volte capita che si risolve con sanzione di 258 euro + parcella del professionista che ti fa la pratica e poi il docfa aggiornato. Di solito si arriva a queste cifre in caso di cose un attimo più sostanziose tipo frazionamenti per cui vanno versati oneri e la sanzione....poi con lo Sbloccaitalia ci sono stati anche dei cambiamenti a tal proposito e nel mio comune sono andati in pallone con i calcoli per cui permessi di costruire in sanatoria sono bloccati perchè non sanno come applicare gli oneri...
:
x Kia: purtroppo la sanatoria è passata dai soliti 258€ di sanzione a 1000. e per le CIAL in corso d'opera da 68 a 333€.
così... volevo fare il pignoletto :P
:
quello che mi è stato detto , e ne ho avuto anche riscontro cercando in internet,
è che si calcola moltiplicando per 3 il costo di costruzione della variazione (in questo caso una finestra trasformata in balcone)
e il calcolo del costo si fa tramite un computo metrico (che non so cosa sia)

quindi in una prima ipotesi indicativa si calcolava un costo di 3.000 da moltiplicare per 3
quindi 9.000
poi c'è un'altro 10% e altre sanzioni
in alternativa si calcola moltiplicando per due "l'aumento di valore commerciale dell'immobile" ottenuto con la variazione

in questo caso un balcone 2,10 x 0,80 quindi piuttosto piccolo
:
Personalmente, lascerei tutto l'onere al venditore, anche a costo di pagare di più l'immobile; il fatto è che fino a quando non si ha in mano tutta la situazione possono sempre venire fuori sorprese. L'entusiasmo del venditore per spingere il compratore ad accollarsi tutti i problemi mi pare sospetta.
:
quoto Fulser. Tra l'altro, a noi tecnici capitano sorprese di ogni tipo anche per pratiche che sembrano inizialmente una cavolata. Vuoi perchè in comune sono ottusi, vuoi perchè cambia la normativa, vuoi perchè non si trovano le carte in archivio, ecc.ecc. ce ne è sempre una con allungamento di tempi e dispendio di denaro. Lascia che se la sbrighi il venditore.
:
Quoto fulser e kia.
Luca, al venditore che ti dice: "io della spesa per la sanatoria sono disposto ad accollarmi fino ad un x
il resto andrà ad aumentare il prezzo di vendita"
Rispondigli: "visto che la sanatoria dovrai farla comunque, se non vendi a me, prova a trovarlo un altro acquirente ad un prezzo maggiore!".
:
@Etto
grazie!! mi era sfuggita questa cosa....abbastanza inquietante.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.