richiesta di agibilità in seguito ad una scia

messaggio inserito mercoledì 10 giugno 2015 da Arch.Picci

[post n° 363101]

richiesta di agibilità in seguito ad una scia

Cari colleghi. Sto per richiedere per la prima volta l'agibilità di un appartamento, in seguito a lavori interni tramite SCIA edilizia. Da premettere che non ho fatto cambio di destinazione d'uso e e la classe rimane la stessa, quindi penso non sia necessari fare una variazione catastale ( se è si ho superato ahimè i 30 giorni e non so quanto costerebbe la sanzione), in quanto, ho solo cambiato disposizione interna, pur mantenendo il bagno così com'era e numero di stanze. Ho letto che basta fare una perizia giurata per richiede l'agibilità, anche perchè non è mai stata rilasciata in quell'appartamento. Mi confermate?
:
Il decreto del fare ( Legge 69/2013 ) ha introdotto la possibilità di ottenere il certificato di agibilità mediante un’autocertificazione del DL ( oppure di un altro tecnico abilitato e nominato appositamente ), nella quale si attesta la conformità dell’opera al progetto autorizzato e la sussistenza dei requisiti richiesti ai fini di rilascio della agibilità.
In questo caso, la semplificazione consiste anche in una minore documentazione da allegare alla autocertificazione stessa.
Devi verificare se il Comune in questione ha adottato questa norma. In caso affermativo, dovresti trovare sul portale istituzionale un modulo apposito.
:
ma anche a Roma si può fare questa autocertificazione? mi ritrovo nella stessa situazione
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.