Conformità... Sono sbagliati i disegni o le pareti?

messaggio inserito mercoledì 11 maggio 2016 da Matteo V.

[post n° 380475]

Conformità... Sono sbagliati i disegni o le pareti?

Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un parere. Devo fare relazione per atto notarile per un appartamento a Sesto Fiorentino. L'appartamento fa parte di un edificio che era già rappresentato nel carte storiche del Castore (catasto leopoldino?), quindi nessun permesso a costruire. Sull'appartamento stesso non sono mai state presentate pratiche edilizie di alcun tipo (neanche abitabilità, ma visto che non è mai stato modificato non è obbligatoria giusto?).
Il mio problema sorge da una planimetria catastale del 1988, nella quale il muro del bagno è rappresentato spostato di circa un metro dalla sua posizione reale.
Secondo voi è giusto interpretare come sbagliata la rappresentazione grafica e sanare la situazione aggiornando semplicemente la planimetria catastale?
Oppure si prende la planimetria del 1988 come atto pregresso, si considera la parete difforme e si deve fare sanatoria ediliIa? (Con tutti gli annessi e connessi).
Vi ringrazio molto per ogni consiglio!!

Matteo.
:
1ciao, non so aiutarti per il Comune di competenza, ma mi è venuto in mente subito che il catasto non è probatorio...
L'unica planimetria che hai a disposizione è quella catastale mi sembra di aver capito, giusto?
Secondo me, potresti aggiornare solo quella, o meglio, rettificare per migliore rappresentazione grafica.
Aspetto però pareri più precisi dai colleghi!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.