Farsi pagare la consulenza estemporanea?

messaggio inserito mercoledì 11 maggio 2016 da Tia

Tia : [post n° 380513]

Farsi pagare la consulenza estemporanea?

Un giorno un signore si infila nel mio studio senza appuntamento ed inizia ad espormi il suo caso (io non conoscevo questo signore).
Mi racconta in maniera rapsodica e disordinata una serie di azioni che aveva condotto con l'ufficio tecnico del Comune, nella prospettiva di farsi approvare un progetto per un'attività agricola che voleva avviare.
Essendo quest'attività non consentita dagli strumenti urbanistici, il Dirigente gli aveva espressamente negat ogni possibile intervento con tanto di parere scritto.
Il signore era un Don Chisciotte che non si dava affatto per vinto e cercava in me un appoggio per trovare qualche cavillo che gli consentisse di portare a casa comunque l'impossibile autorizzazione che cercava.
Il fatto è questo: tra cercare di capire cosa volesse, quale fosse il bandolo della matassa, andare a controllare il RUE, tradurglielo (era di estrazione culturale abbastanza modesta) e cercare di fargli capire che non c'erano possibilità, mi ha tenuto incollato alla sedia per ben tre ore, poi si è alzato e molto bellamente se ne è andato senza nemmeno chiedermi se dovevo avere qualcosa.
Vi chiedo: come ci si comporta in un caso del genere? Ci si fa pagare per il colloquio? Avrei dovuto arrestarlo e dirgli 'guardi, sono 150 euro di consulenza'?
Voi come vi sareste comportati?
Alle :
dopo venti minuti gli faccio un preventivo per la consulenza se vuole continuare se no ciao
Alle :
dopo venti minuti gli faccio un preventivo per la consulenza se vuole continuare se no ciao
Maia :
Assurdo.... Siamo arrivati a questo.. Il problema è che rimaniamo basiti, impreparati difronte a queste facce toste! Chiedono quello che vogliono e se vanno. Bisognava richiamarlo e farsi pagare. E la prossima volta chiarire da subito che i consulti costano. Non siamo lo Sportello Amico!
biba :
Tu hai ragione, però posso fare l'avvocato del diavolo? Un'altra volta prima di dedicarti a un cliente sconosciuto per tre ore di fila è meglio fare come dice Alle: dopo 20 minuti gli fissi un appuntamento e gli fai presente che la consulenza va pagata (anche per non dare l'impressione che sei lì senza nulla da fare). Purtroppo sulla buona fede non si può fare affidamento!
Tia :
La prossima volta lo farò, ma in questo caso ci ho messo quasi tutte le tre ore per capire che non c'era niente da prendere. E se fosse stato un possibile incarico? In caso di incarico il colloquio informativo non si può far pagare come consulenza. Il caso è controverso. In una situazione normale uno prima ti fa una telefonata e capisci subito se si tratta di una consulenza o di un incarico futuribile.
Penso comunque che quello di Alle sia un atteggiamento giusto quando praticabile.
Palozzo :
Un medico per 10 minuti di visita ti chiede 150 euro con ft. o 100 senza . qualche volta capita che gli dai 150 poi apre il cassetto fa un po di melina e ti dice bellamente "mannaggia oggi sono fuori studio ed ho dimenticato il blocco delle fatture....glie la invio per posta" e poi puntualmente non arriva niente.

Noi: gratis.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.