architetto e progetto impianti elettrici

messaggio inserito mercoledì 6 luglio 2016 da maya27

maya27 : [post n° 383545]

architetto e progetto impianti elettrici

Buongiorno,
mi stavo informando sulla rete, ma trovo molta difficoltà nella comprensione delle competenze. Vado al dunque: un mio amico è gestore di un bar e deve rifare l'impianto elettrico. Gli elettricisti gli hanno detto che superando la potenza di 6000 kW devono avere un progetto firmato da un professionista, senza specificare il titolo. Io sapevo che noi architetti, se abilitati con anzianità superiore ai 5 anni, potevamo rientrare nella categoria dei tecnici abilitati. Ovvio sempre che per firmare ci sia bisogno anche della comprensione di ciò che si firma, in questo caso, io, avendo per insegnate un elettricista - tecnico impiantista in pensione, avrei la possibilità di fare il progetto. Trovandomi però con un'anzianità inferiore agli anni previsti, posso firmarlo?!
Diciamo che il quesito sostanzialmente è: può un architetto progettare e firmare un progetto di impianti??
Leggendo questo post ([p+A news: Le-competenze-degli-architetti-nella-progettazione-di-impianti-e-nel-fotovoltaico]) sembra di sì. Ma qualche esperienza e conoscenza maggiore in merito?
Grazie.

ps. parliamo di progetto non della dichiarazione di conformità!

gioma :
Forse intendevi scrivere 6 KW?
A mio avviso un progetto di impianto elettrico di potenza impegnata superiore a 6 KW può essere redatto solo da un tecnico specializzato nel settore ( ingegnere elettrico ).
arch.a :
Si ma c'è impianto e impianto. Come dici tu servono le competenze e appoggiarsi al vecchio amico elettricista può risolverti apparentemente il problema ma ti da enormi responsabilità. Sei tu che firmi. Poi ovvio che i problemi sorgono solo nel caso di (improbabili?) controlli . Io per sicurezza mi affiderei a qualche professionista che sia in grado di redigere il progetto elettrico, realizzarlo e rilasciarmi idonea e obbligatoria conformità degli impianti.
john :
il lapsus sui 6000 Kw è sintomatico. Il mio consiglio è: lascia perdere. L'elettricista non è un ingegnere. Poi come dice giustamente arch.a dipende dall'impianto. Per una villa tradizionale con oltre 6Kw magari lo farei, ma per un locale pubblico dipende che tipo di impianto deve fare, avrà i frigoriferi? avrà la cucina? avrà un impianto di climatizzazione complesso? Devi valutare tu, perché poi le imprese o gli elettricisti, che poi dovranno firmare la conformità, non ti perdonano niente se l'impianto è progettato male.

Detto questo, la risposta legata strettamente alla domanda è: anche se concordo con gioma che "dovrebbe" essere redatto da ingegnere, stando agli orientamenti odierni, pare invece che tu possa firmare il progetto.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.