consiglio per mio figlio

messaggio inserito mercoledì 6 luglio 2016 da alessandro

alessandro : [post n° 383620]

consiglio per mio figlio

mio figlio ha in progetto di iscriversi all'università di firenze in PIANIFICAZIONE DELLA CITTA', DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO.

vorrei sapere se ne vale la pena come sbocco lavorativo futuro e quali sono le prospettive

vi ringrazio tutti in anticipo
ponteggiroma :
in questa fase economica, secondo me è impossibile prevedere cosa succederà da qui a 5-6 anni, quindi l'unico consiglio che le potrei dare è quello di indirizzarlo verso ciò che più gli piace, almeno, male che vada avrà la passione per ciò che sta facendo.
alsi :
Il mio collega è stato molto buono, le diró una cosa cattiva quanto vera e necessaria.
Se il figlio di uno stilista o di un industriale del tessuto studia per diventare stilista, ha concrete possibilitá di ottenere con il suo studio ottimi risultati lavorativi.
Se un ragazzo che non ha questa posizione familiare si mette a studiare un corso per divenire stilista 9 su 10 finiti gli studi fará tutt'altro...
Io non sono figlio di architetti o costruttori e le posso dire che come architetto non si trova lavoro. Le università hanno creato una quantità di corsi e così numerosi che non è realmente possibile posizionare sul mercato del lavoro. Per gli urbanisti la cosa è esattamente la stessa, forse peggio perchè non esistono clienti privati per un urbanista, ma solo enti pubblici. Dovrá trovare un posto al comune o alla regione con un concorso pubblico e tra un concorso e un altro magari anche lavorare. I posti negli enti sono sempre nell'ordine delle unitá cioè usciranno concorsi per 3 urbanisti, 5 o spesso 1. MAgari passa la crisi, ma se in un anno le università laureano 3-400 urbanisti quanti troveranno lavoro in un anno? 50? 100?
ArchiFra :
alsi, ti dimentichi che i concorsi sono bloccati ormai da diversi anni, ne fanno solo se le mobilità vanno deserte o se l'ente ha assoluta e totale necessità di trovare i fondi per nuovo organico. nel mio comune solo l'anno scorso sono andate in pensione 70 persone del settore tecnico, e ne hanno rimpiazze due riservando il concorso a dipendenti della provincia: tutto il resto del lavoro è stato ricalibrato su chi restava, alla faccia del carico di lavoro e delle competenze
elpianificator :
gli faccia fare quello che gli piace, poi si vedrà...io ho fatto pianificazione come lui, però adesso lavoro soprattutto nell'architettura. e purtroppo non posso firmare progetti da architetto, nonostante sia nell'ordine... se dovessi tornare indietro farei architettura direttamente, magari mettendo qualche esame di urbanistica...almeno si tiene i due campi aperti (l'architetto può fare l'urbanista, l'urbanista non può fare l'architetto, siamo in italia)
Astor :
No, non ne vale la pena e gli sbocchi lavorativi come le hanno detto sono ancor piu' risibili di chi studia architettura, il che e' tutto dire. Non credo che la situazione andra' migliorando nel futuro, perche' la crisi e sistemica e non transitoria, volta a ridurre in maniera drastica per selezione naturale l'abnorne ed ormai insostenibile proliferazione italica di figure legate al settore edilizio-urbanistico. Poi per carita', se suo figlio ha una passione sfrenata per la materia e voi possibilita' di sostenerlo anche in futuro, tutto e' fattibile...
pepina :
@Archifra. Sono molto interessata all'argomento dello sblocco del turnover dopo il ricollocamento dei provinciali. Hai notizie/indiscrezioni sulla fase 2?Grazie
ponteggiroma :
gentile sig. alessandro, come può vedere dagli interventi, al momento, la situazione è piuttosto "confusa". La professione in questi anni è giunta ad una svolta epocale, quindi: o cadiamo a capofitto o ci risolleviamo (modificando anche le nostre aspettative/competenze). A suo figlio la scelta... In bocca al lupo
ArchiFra :
pepina, per quanto riguarda il mio comune, non ci sono soldi per pagare i dipendenti quindi non si fanno nuove assunzioni nonostante siano necessarie. gli unici concorsi dell'area tecnica che ci sono, anche guardando su siti nazionali, sono di mobilità o appunto riservati a personale in fuga dalle privincie.
nessun turnover previsto per ora, i posti resi liberi dai pensionamenti vengono persi.
hanno però sbloccato le progressioni orizzontali per anzianità e punteggio dopo 10 anni che erano bloccate
pepina :
grazie. Sapevo che la cosa fosse drammatica ma ci ho provato lo stesso..:)
Tia :
Qualche concorso per istruttore tecnico nella mia regione si fa ancora. Nel mio comune un istruttore tecnico è geologo per cui un urbanista potrebbe benissimo aspirare a questo ruolo. Ma sia chiaro: se ne assumono pochissimi all'anno su una mole immensa di partecipanti.
pepina :
@Tia, sono già classificata in due graduatorie per istruttore e istruttore direttivo ma è tutto bloccato!grr
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.