frazionamento

messaggio inserito lunedì 10 gennaio 2005 da sandro

sandro : [post n° 38832]

frazionamento

salve a tutti!
Ho un problema da risolvere: devo realizzare un progetto per un edificio, ma prima c'è bisogno di un frazionamento. Qualcuno sa dirmi di che cosa si tratta e come si procede per questo tipo di pratiche.
Grazie :)
delli :
è una operazione che ti consiglio di far fare a un geometra o a uno studio specializzato perchè occorre lo strumento eletronico adatto, bisogna andare in catasto e farsi dare i punti fiduciali, credo che si usi poi il programma pregeo (tipo docfa ma per i terreni) e sapere effettivamente come fare un determinato tipo di rilievo... insomma se non ne hai mai fatti non è una passeggiata e ti sconsiglio vivamente di farla...
il catasto è già abbastanza incasinato di suo...
bye bye
Angy :
Confermo vivamente il consiglio di Delli. Mi sono trovata nella tua stessa situazione e non ho esitato ad affidare il frazionamento a un geometra. Quella è la loro materia...;-)

Angy
sandro :
in realtà non avevo dubbi sulla necessità di far eseguire il lavoro ad un geometra, ma volevo cmq sapere di che cosa si trattasse almeno per non fare figuracce con il cliente.
Dinuovo grazie per le informazioni, questo forum risulta essere sempre più utile.
Ciao a tutti. A buon rendere ;)
Angy :
Be', nel mio caso ad esempio il cliente ha bisogno di frazionare un suo terreno di proprietà e dividerlo quindi in due parti, che risulteranno poi accatastate con due nuovi mappali.
Poichè deve costruire su un'area agricola e in quanto imprenditore agricolo può percepire un finanziamento per la costruzione della sua prima casa, lo Stato in cambio vincola la sua proprietà per dieci anni su tutti i terreni di cui è utilizzata la capacità edificatoria. Da qui l'esigenza per il cliente di frazionare il terreno, in modo da svincolarne una parte che, se necessario, può vendere in qualunque momento.
Questo era il mio caso: il frazionamento, in parola povere, è una suddivisione di un'area in più aree, con nuovi attributi catastali (da qui la necessità di una voltura catastale).
Ciao sandro buon lavoro

Angy
delli :
correttissimo angy... solo che quando frazioni un numero di partenza dei mappali dovrebbe rimanere "fisso" cioè non vengono assegnati tutti i numeri nuovi ma all'inizio delle lettere (minuscole) a un mappale di partenza... questi mappali con le lettere verrano poi (non so di preciso in che tempi) rinumerati dal catasto
bye bye
Angy :
Si è vero, non l 'ho precisato ma in pratica (da un esempio reale): un terreno accatastato come 296 venne frazionato in 296a e 296b, e il 296b su cui insiste il progetto di costruzione è stato variato in 783 dall' UTE, ed è così che risulta nell'atto di compravendita, con un numero nuovo. In questo caso ho tralasciato il passaggio intermedio alle lettere a e b perchè è un'attribuzione transitoria, e quando negli atti si fa riferimento al frazionamento viene citato solo il nuovo mappale, non le lettere delle numerazioni intermedie.
Ciao a tutti
delli :
diciamo che è così perchè, probabilmente, adesso il catasto il nuovo numero lo assegna subito (almeno mi pare) invece fino a non molti anni fa lo assegnava solo quando "lavorava" il frazionamento... quindi magari anche dopo dieci anni e negli atti si metteva il mappale con la lettera (il problema è, magari oggi) cercare un mappale con una lettera, che ovviamente non esiste più e dover cercare il suo nuovo numero (quando devi fare una visura)
bye bye
Angy :
Per carità non dirlo a me che ho dovuto penare proprio per questa confusione di numeri e lettere...
Angy
sandro :
...il frazionamento è necessario perchè il proprietario del terreno ne ha venduta una parte per costruire degli appartamenti. è strano però che questo problema sia venuto fuori dopo aver avuto l'approvazione del progetto dal comune, e quando ormai il contratto tra impresa e proprietario era già stato firmato. Di solito il frazionameto non si esegue prima di elaborare un progetto, ciò quando si elabora l'inquadramento del lotto e quindi si decide la posizione del fabbricato rispetto ai confini?
delli :
non è detto che il frazionamento debba essere eseguito prima... se hai degli asservimenti di aree sul lotto con l'edificazione precedente ti conviene, magari, tenere unito il mappale ed edificare con i calcoli di superficie asservita a suo tempo eseguita...
dipende da come imposti la pratica

bye bye
sandro :
ho capito,
grazie ancora :)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.