progetto del 1952

messaggio inserito giovedì 27 ottobre 2016 da Anna

Anna : [post n° 388611]

progetto del 1952

ho un progetto del 1952, al quale è stato dato parere negativo dalla commissione edilizia.
C'è scritto " parere contrario perché venga ristudiato il progetto per quanto riguarda la gabbia della scala".
Non sono stati presentati altri progetti o documenti, e il fabbricato è stato costruito.
Io devo accertare la regolarità.
ponteggiroma :
"to be or not to be that is the question"
archimum :
Sicuro che non sia stato presentato nulla neanche a nome di altri? A me è capitato che ci fosse il nome dell' ingegnere nella pratica e non del committente che era un impresa immobiliare. Altre volte c'è quello del proprietario. Fai tutti i tentativi, anche i più improbabili.

In teoria prima del 67, se non c era un prg non serviva presentare pratiche...ma se c'è un parere negativo non credo sia il tuo caso. Mi sembra strano però, sicuro che non l'hanno già condonato?
Anna :
x Archimum: proprio così non c'era il prg, nè il condono che è successivo. nel documento citano solamente la"Gabbia della scala". Si dovrebbe far riferimento alla legge del 42, leggevo che il parere per nuove costruzioni dipendeva dai sottoservizi. Secondo me non è da considerare un abuso edilizio.
Non a caso comunque all'archivio storico e al genio civile manca il progetto.
Altra cosa nel giro di 8 anni è passato in mano a 4 proprietari.
Archimum :
Se non c'era il prg in teoria non serviva l'autorizzazione per la costruzione quindi in teoria non è un abuso. Il fatto però che abbiano presentato un progetto e che sia stato rifiutato mi fa pensare che un prg c'era o che in quel comune erano previste pratiche per le nuove costruzioni. Di che comune si tratta? Hai già chiesto al tecnico del comune di darti spiegazioni su questo?
Che il progetto non sia passato per la scala poco importa, non è passato, quindi, se era prevista un'autorizzazione, questa non è stata data e l'immobile risulta abusivo. Bisogna accertare che all'epoca fosse effettivamente necessaria e vincolante l'autorizzazione dell'amministrazione comunale, questo puoi capirlo solo prendendo il regolamento edilizio dell'epoca e parlando con un tecnico dell'ufficio edilizia privata.
Archimum :
Che vuol dire che il condono è successivo? Quindi c'è stata una pratica di condono per questo immobile o no?
Anna :
non ci sono state domande di condono. I tecnici del comune hanno pareri differenti.
ho visto progetti dello stesso periodo e avevo il permesso di costruire per essere in regola.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.