Oneri ristrutturazione dovuti se non cambia il volume?

messaggio inserito giovedì 17 novembre 2016 da Antonini

Antonini : [post n° 389564]

Oneri ristrutturazione dovuti se non cambia il volume?

Buongiorno, vorrei un vostro parere per favore.
Devo ristrutturare una casa e purtroppo mi trovo a dover rifare i solai (tra piano terra e piano primo).
La casa e' dei primi del '900.
I solai sono fatti da travi di legno su cui poggia un assito e nient'altro.
L'altezza del piano terra misurata fino alla superficie inferiore delle travi e' 2,55.
L'altezza del piano terra misurata fino alla faccia inferiore dell'assito e' 2,70.
Se rifaccio i solai (sostituzione delle travi, sostituzione dell'assito, posa impianti, massetto e pavimento) SENZA cambiare le altezze del piano terra, devo pagare oneri di ristrutturazione?
Se si, potreste gentilmente scrivermi anche una riga per dirmi il perche'?
Grazie e cordiali saluti,
Antonini
alsi :
Buongiorno Antonini,

credo che il tipo di intervento che hai descritto non debba essere oneroso, la descrizione dell'intervento rientra nella ristrutturazione "leggera". Si vedano:

www.architettiroma.it/fpdb/file/2012/06/circolare-esplicativa-titoli…

www.ptpl.altervista.org/quesiti/2010/regione_piemonte_parere_2010_1.…
Kia :
ma scusa, perchè dovresti pagare oneri? A meno che tu non debba fare un cambio di destinazione d'uso (un esempio, il piano terreno passa da essere magazzino ad abitazione), l'intervento da te descritto non dovrebbe comportare alcunchè.
Antonini :
Molte grazie per le risposte.
No, non cambia la destinazione d'uso.
Rifaccio tetto, vespai, qualche tavolato (modifica bagno e cucina) e appunto i solai che pero' vorrei mantenere a 255 sottotrave e 270 soffito.
Il mio dubbio sorge anche per il fatto che se rifaccio i solai, dovrei portare a 270 l'altezza soffitti, quindi aumenta il volume del piano terra e quindi ci devo pagare gli oneri..
Grazie ancora,
Antonini
alsi :
mmm, quindi stai dicendo che guadagni 15 cm... ma prima scrivevi che avevi giá 270 a soffitto, quale dei due è corretto, non mi è chiaro, la cubatura la fa la quota di 270 cha avevi prima non la quota 250 delle travi, avevi tutto controsoffitto a 250 ?
Io credo che se tieni tutte le quote come erano il comune ti passa tutto anche se è basso e non hai oneri.
Adesso ti dico una cosa che si fa ma non si dice: un domani che i lavori sono conclusi il tuo cliente puó smontare il tuo nuovo controsoffitto?
Kia :
ma scusate, l'aumento di cubatura ci sarebbe se sopraelevassi l'ultimo piano ma se l'edificio resta sempre il medesimo e si varia l'imposta dei solai, da me non è aumento di cubatura.
alsi :
Invece puó esserlo, ma il problema è come il tecnico RUP interpreta l'intervento, e di solito a Roma a maggiore altezza utilizzabile questo si traduce in maggiore cubatura e rigetta la pratica non onerosa.
alsi :
Questo non è normato da nessuna parte. Tuttavia tendenzialmente in via preventiva (per se stessi) gli uffici tecnici disapprovano qualsiasi lettura delle norme a svantaggio dell ente pubblico per evitare possibili conseguenze disciplinari o procedimenti per abuso di ufficio o simili...
Antonini :
Grazie a tutti per le risposte.
Il volume della casa non cambia. L'altezza del solaio resta identica 255 sottotrave e 270 soffitto (cioe' quegli 80 cm che ci sono tra una trave e l'altra). Sul disegno al catasto le quote sono 255 perche' probabilmente le hanno prese sotto la trave.
alsi :
Molto bene! la quota che troviamo scritta sul catasto non ha alcun valore per la pratica del comune, in relazione si puó fare foto delle altezze attuali e di progetto per dimostrare il mantenimento delle stesse.
Caro Antonini penso che noi ci si conosca... ti mando un saluto!
Antonini :
Grazie a tutti per le risposte. Alsi, non credi che ci conosciamo, ma si sa, il modo e' piccolo. Se passa in Brianza mi faccia un fischio
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.