barriere architettoniche:rampe

messaggio inserito sabato 19 novembre 2016 da alessia

alessia : [post n° 389619]

barriere architettoniche:rampe

buonasera. sto ristutturando un villino ed ho un problema con le barriere architettoniche, la situazione è questa:
accesso da marciapiede pubblico che è la mia quota 0.00
due gradini (due alzate) che mi portano nell' ingresso a quota +0.27, ingresso vano di dimensioni 2.00 x 3.20 con acesso in mezzo al lato lungo.
altro scalino sotto la portoncino interno che finalmente mi da accesso al salone dell'appartamento a quota +0.55
la domanda è questa: essendo residenza privata io devo verificare almeno il livello di adattabilità, qiundi come posso fare per superare tutti questi dislivelli? la rampa sul marciapiede m pare un po complicato da prevedere, montascale son dislivelli cosi di poca entità.... secondo voi con degli scivoli molto corti anche se con pendenze superiori al 12% potrei risolvere? non so se sono stata chiara........
grazie 1000 e buona serata a tutti
gioma :
Secondo la normativa, al disabile deve essere garantito il superamento del dislivello in totale autonomia per cui non vedo alternative a quella di prevedere rampe o pedane antiscivolo anche molto corte ( ex. 50/60 cm.) ma con pendenza massima 8%.
alessia :
grazie Gioma.... vedrò come fare con le rampe, anche io non vedevo altre alternative ma speravo ce ne fossero!!! per i dislivelli che ho da superare io con una pendenza dell'8% mi servono due rampe:la prima che per altro dovrebbe esser sul marciapiede di circa 3,40 ml di lunghezza (dislivello di 27 cm) ; la seconda, interna nel vano ingresso di 3,50 ml di lughezza (dislivello di 28 cm).... magari per quella esterna vedrò di predisporre un servoscale. non credo di poter occupare la pubblica via....
grazie comunque per aver confermato!
patri :
Non vorrei fare confusione tra normative statali e regionali, ma il livello di adeguamento dovrebbe anche dipendere dal tipo di intervento che si va a fare e "limitatamente all'intervento previsto". Se non ho una ristrutturazione totale, ma la classica spostoduetramezze-impianti-pavimenti-bagni non andando a modificare accessi e quote, la situazione potrebbe rimanere così come è.
In ogni caso credo che la rampa su strada/marciapiede pubblico sia una soluzione difficilmente fattibile.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.