Condo -silenzio -assenso

messaggio inserito martedì 22 novembre 2016 da Paola

Paola : [post n° 389733]

Condo -silenzio -assenso

Salve vorrei un uinfo vi prego mi vogliono rigettare la domanda di condono: i miei hanno comprato una casa abusiva su un lotto privato di una societa, nel 1984 mia madre ha ampliato il fabbricato sforando il 30 % ha poi fatto domanda di condono nell' 85 e rimasta li giacente per 30 anni. Premetto che pago' la prima rata/3 dell'oblazione poi niente il vuoto. Ora vogliono riggettargliela adducendo al fatto dell'ampliamento superiore al 30 % è giusto secondo voi ? Non sono passati troppi anni (silenzio-assenzo). Ultima domanda : perche non vengono considerati il garage sotto nel seminterrato e deposito? Se sarebbero calcolati nei MQ non avremmo sforato il 30% ma non fanno parte delle superfici residenziali ,cosi hanno detto ,è vero?
cate :
E' vero, le pertinenze come garage, cantine, soffitte, depositi, logge o balconi non partecipano alla superficie residenziale. Per il silenzio assenso dovresti almeno aver pagato tutta l'oblazione, e comunque la questione non è semplice. Ad esempio il reato di abusivismo edilizio (quando bocciano il condono e c'è la sentenza di abbattimento, oppure in seguito a denuncia e assenza di titolo abilitativo) non si sana mai, neanche con la prescrizione, ma solo con l'abbattimento. Quindi anche se non ci fosse il problema del 30 % mi sembra inverosimile che il silenzio assenso prende il posto di una sanatoria. Ci sono tanti immobili che hanno la domanda di condono in giacenza da anni, hanno pagato tutti gli oneri, ma non per questo sono sanati. Non so se puoi percorrere la strada dell'auto abbattimento per la percentuale in eccedenza al 30%, e cercare di salvare il salvabile... bisognerebbe vedere bene come stanno messe le "tue carte"
alsi :
Credo che sia veramente il momento di trovarti un buon architetto che ti studi bene il caso e imbocchi rapidamente la strada giusta!
eli71 :
ma io mi chiedo anche come può essere valido un atto di compravendita di un fabbricato abusivo?
Paola :
Senza fare il sapientone ,prima uno ci si deve trovare in certe situazioni sono tutti bravi a criticare ,la risposta è semplice ,come si faceva prima il compratore si prendeva insieme allo sconto sul prezzo l'onere dei costi di sanatoria ,genio ma il governo di merda che abbiamo adesso impone paletti a dx e a manca ,non te ne sei accorto?
alsi :
Ok qui una serie di professionisti le danno consulenza gratuita, non si deve innervosire per un commento legittimo. Se uno commette un reato non si puó lamentare perché viene criticato, diciamo che è il minimo che si puó aspettare, no?
Una volta si faceva... ma non si doveva fare lo stesso, oggi non solo non si puó fare ma ci si ficca in una trappola; il nostro paese tuttavia è pieno di casi come il suo; le leggi attuali impongono nel giro di un passaggio di proprietá o al primo intervento edilizio di rimettere le cose a posto. La sua situazione probabilmente non è sanabile, chiami uno bravo che sappia fare bene prima che le parta veramente una procedura che le blocca l'immobile per sempre
eli71 :
Il mio commento derivava dal fatto che all'atto della compravendita non c'è solo un accordo tra le parti ma generalmente c'è anche di mezzo un notaio.Che un notaio chiuda un occhio su delle piccole cose ci può stare ma su cose gravi come questa mi fa molto pensare. Che fosse una prassi usuale non è una giustificazione, è illegale ora come lo era allora.Quando si fanno cose come queste si deve anche mettere in conto che è possibile che non tutto possa essere condonato ed è anche normale che qualcuno si indigni di certe pratiche di uso comune.
Paola :
Allora i condoni che esistono a fare, per sanare gli abusi o no? Tanto è il governo che ci vuole mangiare sopra ,io sono indignata perche ci arriverà una barca di soldi fa pagare , è questo il vero abuso non chi costruisce su un proprio terreno ,privo di vincoli paesaggistici,urbanistici,geologici ecc...sono loro che commettono reato ,per me!


eli71 :
I condoni sono leggi straordinarie che lo stato non è obbligato a fare. Bisogna cambiare la maniera di pensare che "a casa mia faccio quello che mi pare" che è propria di moltissime persone. Anche se è casa propria o terreno proprio per poter fare qualcosa bisogna rispettare leggi e regolamenti vigenti.Se si fanno le cose in regola si evita poi di pagare un sacco di soldi dopo in sanzioni e ammennicoli vari.
alsi :
Cara Paola, sono spiacente ma le cose non stanno affatto cosí.

1 vincoli urbanistici sono (di diversa entitá) presenti su tutto il territorio nazionale e anche in tutte le altre nazioni europee per intenderci, per es. chi possiede un terreno non ha il diritto di costruirci sopra una torre da 200m o un pozzo altrettanto profondo alla ricerca di petrolio o dell pietra preziosa...

2 per edificare si pagano tasse per legge.

3 ci sono degli abusivi che costruiscono fregandosene delle leggi e delle tasse.

4. Il governo é squattrinato e per far cassa escogita un sistema per rimettere nella regolaritá ció che non é e che non potrebbe essere.

5. Adesso un abusivo approfitta di questa scappatoia, fa le cose per bene questa volta, paga le tasse tutte e si fa seguire da un bravo architetto per sistemare la faccenda, se ha tutte le carte in regola per rientrare nel condono salva il suo abuso edilizio.

Qui al punto 5 la sua situazione si blocca, perchè non lo so, oneri non pagati? Documenti insufficienti o non presentati nei tempi e modi corretti? E ora? Tutta colpa del Governo? Ma se io passo col rosso e non pago la multa e poi devo pagare sovratasse + multa e forse finisco davanti al giudice è colpa del Governo o di chi?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.