MI SERVE UN CONSIGLIO

messaggio inserito giovedì 26 gennaio 2017 da arch. Gloria

arch. Gloria : [post n° 392308]

MI SERVE UN CONSIGLIO

Mi hanno chiesto una pratica edilizia per una ristrutturazione di un appartamento, sostanzialmente si vuole allargare il bagno per creare una doccia più ampia.
Facendo il rilievo e confrontandolo con il catasto mi sono resa conto che il proprietario attuale ha eliminato la porta tra soggiorno ed ingresso e allargato il passaggio da 80 cm della porta a 176 circa senza presentare alcuna pratica edilizia.
Vi chiedo un consiglio su come procedere.
Grazie
ivana :
Il catasto non ha alcun valore riguardo alla legittimità dei lavori edilizi. Devi confrontare con la documentazione presentata in comune. Solo dopo potrai valutare se ci sono realmente difformità.
alsi :
Quindi avvisa il cliente che devi verificare lo stato dei fatti in comune e che questo richiede tempo.
Spesso il cliente sa giá (anche se non sempre) poi valuta se questo è un tramezzo la cosa sará sanabile senza grandi spese.
arch. Gloria :
In sostanza non vengono modificati nè i rai nè le superfici.
Il soggiorno in origine era separato dall'ingresso con una parete ed una porta.
Il proprietario ha tolto la porta ed allargato il passaggio ma i due ambienti sono ancora facilmente individuabili.
Ho chiesto e mi ha già detto ke aveva fatto questa demolizione senza presentare la pratica comunale.
Quindi secondo te è meglio parlare con il tecnico comunale e poi eventualmente fare una sanatoria?
ivana :
Domanda: Hai confrontato il rilievo con l'ultima pratica presentata in comune?
Se no, fallo. Gli abusi potrebbero essere più numerosi di quanto previsto....
Consiglio: quello che dicono i clienti non vale assolutamente nulla. Solo quello che dicono i documenti ha valore per te
alsi :
Anceh se il cliente è tuo padre devi avere un ante attendibile quindi ottieni queste piante e puoi tranquillamente sanare
Kia :
il catasto non conta. Devi verificare cosa è depositato al comune. Spesso le planimetrie catastali soprattutto quelle fatte nei decenni scorsi sono fatte veramente con i piedi. Ho potuto personalmente constatare in più di una occasione che i tecnici della "vecchia guarda" presentavano delle cose che non stavano nè in cielo nè in terra (muri maestri segnati come tramezzi, finestre dimenticate, ecc.ecc.).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.