Fiducia screditata

messaggio inserito martedì 7 febbraio 2017 da AGB

AGB : [post n° 392917]

Fiducia screditata

Chiedo consiglio a voi colleghi perché ho un committente che mi sta facendo sentire mortificato professionalmente e umanamente.

Redigo un computo metrico bianco, senza prezzi. Il committente, che a detta sua mi aveva dichiarato di non conoscere nessuno, ha dato a me l'onere di contattare e verificare i prezzi dei singoli professionisti in base alle singole lavorazioni.

Dopo un mese che è stata li nello showroom a vedere mattonelle, sanitari e progetti di interni, sta andando altrove perché sono usciti conoscenti, amici e parenti che consigliano questo, sconsigliano quest'altro e compagnia bella.

Nulla in contrario sia chiaro, ma se mi hai dato incarico di impegnarmi in queste valutazioni, io questa la considero come una mancanza di fiducia verso la mia professionalità. Evidentemente pensando che io abbia secondi fini tipo una provvigione o roba simile. Che poi tra l'altro è una cosa che fanno tutti dato che questi posti, come altri, hanno un elenco di professionisti di fiducia che si servono da loro. Ma va be.

Siccome io non voglio perdere altro tempo perché è denaro, ho deciso e fissato una data in cui, quando lei terrà tutti i preventivi, io porterò i miei e li valuteremo assieme. Cosi nessun professionista, nel redigere la sua offerta, sarà condizionato dal prezzo di altri.

Che ve ne pare della mia idea ? Avete consigli ? Grazie anticipatamente colleghi !
Leonardo :
Intanto hai fatto bene... e poi, che dire, noi dovremmo farci pagare per ogni nostro singolo lavoro... poi il committente è libero di scegliere altro ci mancherebbe.. li sta il problema...
patri :
L'idea di confrontare insieme al committente tutto il pacco di preventivi è buona e un'ottima strategia per non perdere troppo tempo.
Quasi tutti i clienti hanno il cognato dell'amico che ha l'impresa, l'amica che ha appena ristrutturato casa e quindi se ne intende, il papà dell'amichetta della figlia cartongessista... e quindi raccolgono ed elaborano informazioni e consigli spesso a casaccio. Nella tua vita lavorativa troverai pochissime persone che accetteranno a scatola chiusa quello che tu gli proporrai, fattene una ragione!
Tu hai fatto il computo metrico e indirizzato i clienti verso ditte di tua fiducia, poi loro sono libere di fare quello che vogliono. Se poi chiedono otto preventivi o vanno da tutti i rivenditori di sanitari nel raggio di 200 km il problema non è tuo...
Sono d'accordo con quello che ti hanno detto i nostri colleghi nei post precedenti: quando il cliente mi propone di lavorare con ditte o artigiani di sua fiducia io sono contenta! Se non lavorano bene o spariscono nel momento del bisogno la nostra responsabilità "morale" davanti al cliente è molto diversa ;-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.