quando un cliente ti chiede di ritirare i suoi documenti tecnici presso un altro

messaggio inserito mercoledì 22 febbraio 2017 da vanessa

vanessa : [post n° 393676]

quando un cliente ti chiede di ritirare i suoi documenti tecnici presso un altro

Come si agisce nel caso in cui un cliente ti chiede di richiedere tutti i suoi documenti tecnici presso un altro tecnico, geometra, che da anni è sempre stato il tecnico di fiducia del cliente?
In che modo si agisce?
Kia :
Il cliente si va a prendere lui stesso i documenti oppure avvisa il il tecnico che l'arch.Pincopallino lo chiamerà per recuperare la documentazione per suo conto.
ponteggiroma :
Se continuiamo di questo passo andrà a finire che i clienti ci incaricheranno anche di saldare le fatture per loro conto ai tecnici precedenti. Ma insomma è mai possibile che non vi venga la nausea solo ad averci a che fare con certa gente?
Kia :
Io sono andata un sacco di volte per conto dello studio a farmi dare materiale pregresso da altri colleghi. E la stessa cosa hanno fatto altri colleghi venendo in studio da noi, figurati che vengono a chiedere pure cose degli anni 80 che magari in comune hanno perso nei trasferimenti degli archivi. Che problema c'è? Piuttosto di diventare matta con i clienti che non ti danno per intero la documentazione o omettono cose importanti preferisco andare io sia dai colleghi che negli archivi.
ponteggiroma :
Kia, un conto è andarci perchè è roba vecchia che il proprietario non possiede, altro conto è andarci perchè il proprietario ha rotto i rapporti con il vecchi progettista.
Kia :
beh scusami, se un altro tecnico viene a prendersi materiale in studio da me significa che lo studio non è più lo studio di fiducia e che il cliente si è rivolto ad un altro. Non c'entra che è "roba vecchia". Cosa ci si può fare? mica il cliente è sposato con lo studio di architettura. Se tutto è stato saldato, ci si può restare male che il cliente non venga più da noi ma finisce là. Facciamo la cortesia di tirare fuori il materiale (come cortesia tra colleghi, che non guasta) e il nuovo tecnico mi firma una ricevuta su quello che si è portato via. E fine.
ponteggiroma :
ok, allora ti faccio un esempio pratico.
Se un cliente mi deve dei soldi e per questo motivo incarica qualcun altro più accondiscendente per eseguire il lavoro, che poi mi vedo arrivare a studio a recuperare i documenti del suddetto; sarò libero o no di prendere a calci nel sedere il delegato e chi me lo manda? Che c'entra la cortesia, se è tutto ok, è scontato che la cortesia si può fare, previa telefonata del committente in questione. Ma siccome vanessa è perplessa su come affrontare la situazione, tutto lascia presupporre che la telefonata da parte del committente non c'è stata e non ci sarà.
Kia :
scusa ponteggi, ma questa è la tua interpretazione del post. Io non ho letto che qualcuno non è stato pagato ecc.ecc. ecc. Se uno non è stato saldato il problema a mio avviso manco si pone e il materiale resta in studio.
Kia :
nel senso che il post iniziale mi sembrava abbastanza "neutro". Non so se mi sono spiegata.
biba :
Vanessa facci sapere come va! E per sicurezza in questo studio vacci con l'elmo sulla testa perché anche io in una richiesta simile sento puzza di cattivi rapporti e fatture non saldate... Magari ad una ragazza non daranno proprio dei calci nel sedere ma... nemmeno ti offriranno il tè coi dolcetti!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.