Da sottotetto ad abitabile

messaggio inserito martedì 28 marzo 2017 da Tony

Tony : [post n° 395249]

Da sottotetto ad abitabile

Buongiorno a tutti.
Come da titolo vorrei dei consigli su come trasformare un sottotetto di un appartamento da non abitabile ad abitabile.
Mi spiego meglio. Attualmente l'appartamento è disposto su due livelli. al piano zero soggiorno, cucina, studio e bagno. Al piano superiore, vi sono una matrimoniale, una singola, un ripostiglio, bagno e lavanderia. Al rogito però il sottotetto non è abitabile, molto probabilmente per via delle h minime. L'intenzione è quella di un cambio mutuo e il problema sussute nel momento in cui il perito potrebbe storcere il naso per via di questa discrepanza.
Vorrei gentilmente sapere od essere instradato su come intervenire ed avere qualche indicazione prima di presentarmi dal tecnico comunale. Chiedo a voi questa semplice cosa perchè mi sto apprestando ora in questo genere di pratiche e non ne ho di conseguenza ancora esperienza. L'appartamento è in provincia di Milano se può servire.
Grazie a tutti.
desnip :
Guarda, se il sottotetto non si può recuperare a uso abitativo perchè non ci sono le altezze minime c'è poco da fare: è un abuso e quindi per il mutuo la vedo dura.
Tony :
Era sottinteso che i lavori andranno fatti (cartongessi, ecc) compatibilmente con le superfici e i rapporti aeroilluminanti
vikika :
prima di tutto devi verificare la legge regionale (se c'è) per il recupero dei sottotetti e verificare tutti i requisiti, poi dovrai secondo me procedere con un permesso di costruire (verifica con il tecnico comunale) in parte a sanare una situazione preesistente e in parte a farti autorizzare nuove opere che rendano a norma lo stato finale dei luoghi e poi procedere con accatastamento e tutto ciò che segue. dubito che un perito faccia deliberare un mutuo con un abuso del genere...
Tony :
Grazie, le linee guida chemi servivano. Il precedente perito nonha battuto ciglio. Dipende da chi ci si trova davanti. Solitamente si trovano eccome sottotetti abitati. Questo è perfettamente funzionale allo scopo rispetto a numerosi altri visti in giro.
Leonardo :
Certo che si trovano sottotetti abitati. Anzi c'è da dire che la legge spinge verso la densificazione dei territori e quindi al recupero dei sottotetti. Chiaramente questo deve rispettare la normativa vigente, sostanzialmente in altezze minime, rapporti aeroilluminanti.
Se si attestano le condizioni per il cambio di destinazione d'uso ci saranno da pagare, per sanare la situazione: gli oneri dei costi di costruzione (perché non li hai pagati al momento della costruzione dell'edificio, dichiarandolo sottotetto non abitabile); gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria (idem di cui sopra); il titolo abilitativo (permesso o scia) che sarà oneroso, perché dovrai pagare in percentuale la cifra non pagata precedentemente per ottenere l'abitabilità.
Solitamente il recupero dei sottotetti ai fini abitativi è equiparato a ristrutturazione edilizia.
Correggetemi se sbaglio
Saluti
Kia :
certo che trovi sottotetti abitati, che discorsi! soprattutto nell'edilizia "datata" con altezze che adesso non sarebbero assolutamente possibili e ti ricordo che ci sono stati anche i condoni che hanno sanato tante situazioni.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.