Applicazione sismabonus

messaggio inserito lunedì 24 aprile 2017 da desnip

[post n° 396232]

Applicazione sismabonus

Supponiamo di avere un fabbricato sottoposto a demolizione e ricostruzione a parità di volume (ristrutturazione) per adeguarlo dal punto di vista antisismico e che ciò determini un miglioramento della classe di rischio.
La detrazione maggiorata, del 70 o 80%, potrà essere applicata solo alle spese relative alle strutture o a tutte le spese, anche quelle di finitura (pavimenti, infissi, ecc.)?
Io propenderei per la seconda ipotesi, visto che in genere gli interventi principali "assorbono" quelli secondari, ma voi cosa ne pensate?
:
La seconda ipotesi.
Aggiungo che sono detraibili anche le spese tecniche, per l'acquisto dei materiali e quelle per il pagamento di eventuali oneri, imposte e diritti comunali.
:
Ok, grazie.
:
A mio parere non rientra nel sisma bonus ma nelle classiche detrazioni al 50%. Il sisma bonus parla di "interventi sull'esistente" quindi interventi di adeguamento, miglioramento o intervento locale. Quando si demolisce e si ricostruisce per le NTC si parla a tutti gli effetti di nuova costruzione.

Braian
:
Sì però per il dpr 380/01 è un intervento di ristrutturazione. L'agenzia delle entrate non fa riferimento alle NTC ( ma neanche al TU per la verità).
:
Leggi le Linee Guida allegate al Sisma Bonus per la classificazione sismica degli edifici. Si fa espressamente riferimento alle ntc.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.