C'è un tempo entro cui poter presentare CilA

messaggio inserito lunedì 15 maggio 2017 da Leonardo

[post n° 397107]

C'è un tempo entro cui poter presentare CilA

Salve,
come da titolo, i lavori sono stati ahimé già eseguiti ed i proprietari vogliono comunicare le modifiche ai tramezzi fatte.
C'è un tempo entro cui presentare CilA in sanatoria oppure la possono presentare quando lo ritengono opportuno?
Grazie
:
Ma non capisco, sono lavori vecchi o recenti? Le detrazioni ormai le hanno perse. Se invece sono lavori vecchi e ora vogliono regolarizzare per una vendita, puoi fargli una pratica in sanatoria senza limiti di tempo.
:
No sono recenti... hanno demolito di fatto un tramezzo cucina/salone ed io li ho avvisati che finché si tratta di finiture è attività libera, ma demolire un tramezzo occorreva Cila... Mi hanno detto che vogliono ricorrere alla stessa per non avere problemi un domani con affitti, mutui, vendita ecc ecc
:
a Roma si può presentare quella in corso d'opera e dovrebbe costare intorno alle 300 - 350
:
Ponteggi i lavori li hanno già ultimati... in realtà la mia domanda era, perdonate l'ignoranza, se questa cila conviene presentarla subito o se possono presentarla all'occorrenza. Naturalmente sarebbe sempre in sanatoria. È una piccola modifica, ma per fortuna sono persone assennate ed hanno capito quello che gli ho detto..
:
Leonardo, presentando la Cila oggi gli costerebbe 1.000 euro di sanzione più diritti di segreteria.
Siccome le norme dal 2010 cambiano a ritmi forsennati, non sappiamo se tra un anno sarà ancora così.
Quindi, spiegagli che oggi è così, domani potrebbe andare anche peggio.
:
Sinceramente? A loro conviene presentarla solo al bisogno, cioè vendite o simili, così se tra 5 anni tirano giù un'altra parete possono sanare tutto insieme tra altri 10 anni. A te, invece, conviene fargliela presentare subito.
:
Concordo con desnip, a me è capitato esattamente questo, un amico/cliente ha lasciato passare tempo "perché la sanatoria non scade" e purtroppo si è pentito quanto le sanzioni sono aumentate e nemmeno di poco.
:
pardon, leonardo... credevo fossero in corso!
:
Scusate se mi intrometto. Anche io ho una CILA in sanatoria da presentare, per lavori fatti tempo fa.
Il cliente ha modificato la scala che va in cantina, migliorando il rapporto alzata-pedata, quindi allungandola alla base. La partenza è rimasta invariata.
La scala affaccia direttamente sul corridoio del piano terra (primo gradino in discesa a filo con il corridoio), con conseguente assenza di pianerottolo. Non so se quesata cosa sia a norma, e quindi se possa inserirla tra le modifiche nella CILA. Il corridoio funge da pianerottolo?
Il buon senso mi dice che fatta così non va bene, anch se è stata approvata nel 1999.
Non vorrei che il Comune, vedendola modificata, mi dicesse che va adeguata a una norma, che io non trovo.
Potete illuminarmi?
Grazie mille!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.