Pilastri e distanze

messaggio inserito lunedì 19 giugno 2017 da Dan

[post n° 398319]

Pilastri e distanze

Ragazzi buon giorno a tutti. Ho un problema serio. A seguito di un sopralluogo legato a contabilità ho scoperto di aver fatto un errore (prima di misurazione iniziale in origine ma in fase esecutiva dissi al carpentiere che probabilmente non mi ha dato ascolto ma non posso dimostrarlo di tenersi a 10,10 m dal fabbricato vicino, mi sono ritrovato con il pilastro e relativa facciata finestrata 3 metri per 4 di altezza a meno di 10 metri (9,65). Secondo voi, se arretro la parete basta lasciando i pilastri esterni? Sto cercando ovunque ma non trovo la normativa che mi indica la distanza vera e propria o faccio ricostruire il pilastro e trave a mie spese naturalmente ?
:
No, demolire pilastri e travi mi sembra eccessivo... il tutto consiste proprio in questa differenza di 50cm? Il pezzo che si avvicina al fabbricato è soltanto quello di dimensioni 3x4?
In linea di massima, non ha senso spostare solo la facciata lasciando i pilastri a distanza inferiore a norma, perché comunque risulterebbe un edificio fuori norma... a quel punto onestamente proverei a lasciare tutto così, ma non so se puoi giustificarlo in qualche modo, bisognerebbe capire il contesto
:
Diciamo che l'ampliamento è stato fatto in un contesto chiuso.
Da un lato sto in aderenza, dall'altro ho un fabbricato che già a tempo debito essendo della stessa proprietà sta a 1,5 metri dalla parte vecchia.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.