Rispondenza Legge 18-89 fabbricato in sanatoria

messaggio inserito lunedì 24 luglio 2017 da LucianoTar

LucianoTar : [post n° 399386]

Rispondenza Legge 18-89 fabbricato in sanatoria

Buongiorno, vorrei chiedere un parere in merito a una sanatoria per un fabbricato precedentemente adibito a supermercato (attualmente vuoto) , devo produrre sanatoria ai sensi art. 36 DPR 380/2001 per delle difformità riscontrate confrontando la pratica depositata nel lontano 1973.
Non vi è vincolo paesaggistico, una porzione di piano interrato è stato realizzato più piccolo di quanto concessionato e vi sono al piano terra alcune difformità relativamente alle aperture ( finestre e porte difformi) e infine la scala che unisce il piano interrato e piano terra risulta essere "specchiata" .
In virtù di quanto sopra descritto il tecnico deve asseverare la rispondenza in merito alla normativa sull'eliminazione delle barriere architettoniche ? Allo stato attuale non posso dichiarare visitabile l'edificio .
Per poterlo fare dovrei eseguire degli adeguamenti , stessa cosa per la normativa sul risparmio energetico.

Voi in questi casi quando vi trovate a fare sanatorie di edifici vecchi dove i titoli autorizzativi risalgono agli anni 70 o più vecchi come vi comportate ?

Grazie
gioma :
Devi verificare come il DM 236/89 viene interpretato a livello locale e se, magari, sia possibile andare in deroga.
In genere, negli edifici esistenti aperti al pubblico bisogna soddisfare almeno il requisito di "accessibilità", mentre in quelli privati è sufficiente dimostrare la sola "adattabilità".
biba :
Ciao Luciano, secondo me in in questo caso farai una SCIA in sanatoria in cui metterai in evidenza che l'interrato è più piccolo (meglio così non hai oneri per ampliamenti) e sanerai le difformità della scala e delle aperture. Suppongo che poi dovrai presentare una nuova richiesta di agibilità, con il relativo certificato di idoneità statica ed eventuali certificazioni di impianti se realizzati dal '73 ad oggi. Non penso proprio che tu debba garantire la rispondenza di un progetto del 1973 ad una norma del 1989. Allora, scusa, si dovrebbero asseverare pure la sismica, la prevenzione incendi, l'acustica...! In Emilia Romagna la norma regionale cita chiaramente due casi distinti: quello della doppia conformità, al momento della realizzazione dell'abuso e al momento della sanatoria; e quello della conformità semplice, solo al momento di esecuzione dell'opera. Prova a sentire il tecnico comunale.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.