Rimozione abuso e ripristino

messaggio inserito venerdì 4 agosto 2017 da Leo_82

Leo_82 : [post n° 399743]

Rimozione abuso e ripristino

Buonasera a tutti, mi trovo ad affrontare una situazione mai presentatasi prima.
Nello specifico, la mia cliente, che possiede un appartamento al piano terra di uno stabile a Roma, ha realizzato nei primi anni '70 una veranda(1,28 mq) all'interno della chiostrina condominiale in aderenza alla sua cucina, ampliando di fatto la volumetria del suo immobile, la sequenza dei fatti è questa:
- 1973: Accertamento abuso da parte dell'Amministrazione comunale,
- 1986: Richiesta di Condono con relativa variazione catastale (della situazione abusiva) allegata
- 1999: Rinuncia al rilascio della concessione edilizia in sanatoria accolta e comunicata dal Comune di Roma a seguito di richiesta di rinuncia e conseguente ripristino dello stato dei luoghi alla situazione legittimata antecedente l'abuso.
Al Catasto risulta ancora la planimetria con la verandina (abusiva). Domanda:
1- avendo ripristinato la situazione legittimata antecedente l'abuso basta fare un docfa? Se si con quale motivazione?
2- Nel caso in cui la mia cliente abbia ripristinato senza alcun titolo abilitativo (molto probabile), prima di presentare la variazione catastale devo richiedere una sanatoria anche per il ripristino?

Ringrazio chiunque mi risponda.

Saluti
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.