Pagare consapevolmente

messaggio inserito venerdì 22 settembre 2017 da Antonietta

[post n° 400951]

Pagare consapevolmente

L'ingegnere che ha seguito i lavori di manutenzione straordinaria (ristrutturazione) di un mio immobile, mi richiede, in pagamento della Progettazione e Direzione Lavori, la somma di Euro 20.000,00= L'importo complessivo dei lavori è risultato di Euro 72.000,00 aumentati del 20 % per frammentarietà dei lavori, (lavori su 3 piani diversi), oltre IVA e altri oneri, sommano 110.000,00 Euro. Di questi 18.000,00 per lavori idraulici (tre bagni e 2 cucine) Euro 12.000,00 per lavori elettrici, (nuovi impianti a norma). Euro 12.000,00 per infissi esterni. Ho chiesto chiarimenti al professionista ma questi si rifiuta di fornirli. Tutta la somma rimanente, per lavori prettamente edili (demolizioni, edificazione tramezzi , pavimenti. E' corretta una tale richiesta? E' vero che il professionista può computare i prezzi secondo il prezzario lavori pubblici e non secondo i prezzi esposti e pagati con regolari fatture?
Veramente molto grato per la sua risposta esprimo i miei complimenti per un sito che risulta interessante, non solo per i professionisti.
:
Gentilissima Antonietta,
le risponderò in poche righe. Spesso il pagamento di noi professionisti del settore edile sembra molto esoso, perché magari dovuto tutto in una volta e perché magari aggiunto a cifre già esose che si spendono per una ristrutturazione. Ma consideri che la cifra che esce fuori deriva da un lavoro durato almeno un paio di mesi tra rilievi, progettazione, protocolli vari, poi ha aggiunto la direzione lavori, e quindi la presenza fisica o non in cantiere, e le assicuro che anche se il suo tecnico lo ha visto poco è stato tartassato di telefonate e richieste di chiarimenti. Segue poi la documentazione di fine lavori. A questo deve aggiungerei i costi per la progettazione (aiutanti in studio), i costi per il trasporto sul cantiere e tutte le responsabilità su persone e beni di cui si fa carico durante l'arco delle lavorazioni e almeno per i primi anni successivi alle stesse. Se considera alta quella cifra è perché non si rende conto che, magari, facendo il rapporto tempo impiegato/ spese sostenute magari l'idraulico in 4 mesi fissi di lavoro avrebbe guadagnato (personalmente dico, non considerando spese e altro) forse di più.
Se lei va da un medico, si reca con la sua auto, nel suo studio, dove non paga assistenti e non ha ulteriori spese che un foglio di carta e una penna per prescriverle la cura e magari le chiede 100€ per 40 minuti. lo moltiplichi per 4 mesi e ne riparliamo...
Non giudico quei 20000€, perché non conosco il tecnico, ma si fidi di quanto richiesto e stia serena...
:
il 20% di parcella mi pare tanto. bisogna però vedere cosa è compreso in questo 20%, se cioè lei a parte ha dovuto pagare sicurezza, progettazione impianti, pratiche edilizie.
se in totale lei ha pagato 20.000 più 110.000 quindi 130.000 allora è un prezzo più che congruo.
quanto al computo dei prezzi, per fare un computo metrico estimativo per avere un'idea della cifra finale e sottoporlo a più ditte per avere i preventivi in base ai quali decidere a chi affidare l'appalto, si usa per forza il prezziario provinciale o regionale.
la percentuale del professionista è discrezionale, e motivazione e modalità di pagamento sono contenuti nel preventivo e disciplinare di incarico che lei accetta firmandolo.
:
il collega le aveva fornito un preventivo?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.