associazione culturale a livello urbanistico

messaggio inserito mercoledì 1 novembre 2017 da nyma

[post n° 402565]

associazione culturale a livello urbanistico

Salve,
dei miei clienti hanno fondato una associazione culturale non ha scopo di lucro e vorrebbero comprare un locale per poter svolgere attività di gruppo, quali ricevimenti, riunioni .... il locale da loro scelto è ad uso magazzino anche se la destinazione urbanistica è residenziale di tipo espansiva. La zona infatti è mista commerciale al piano terra e residenziale ai piani superiori, il magazzino si trova a livello sotto strada, anche se due facciate sono libere. Ora, volendo comprare il locale per renderlo sede della loro associazione, che modifica urbanistica devo fare? ovvero, il PRG non prevede aree specifiche per questo tipo di attività. Catastalmente dovrei variare la destinazione da C2 a B6, ma a livello urbanistico come mi comporto?
Grazie.
:
la variazione catastale è ammissibile solo ed esclusivamente se è fattibile la variazione d'uso urbaninistica. se il pgt per una data zona non ammette la destinazione a servizio, nemmeno in catasto puoi farlo. il catasto è l'ultimo step dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni comunali.
se una associazione è affiliato a una APS (associazione a promozione sociale)dal punto di vista catastale i locali sede dell'associazione possono avere qualunque destinazione d'uso catastale, sempre però rispettando tutte le norme igienico sanitarie, di accessibilità e urbanistiche previste.
:
Ti ringrazio. Verificherò questo dettaglio sull'APS.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.