Variante CILA e DOCFA

messaggio inserito giovedì 9 novembre 2017 da Isil

Isil : [post n° 402772]

Variante CILA e DOCFA

Ciao a tutti,
ho presentato una cila a Roma ed in corso d'opera non abbiamo realizzato una spalletta muraria collocata in cucina che serviva a delimitare la cucina. Ora a rigor di logica dovrei modificare l'elaborato depositato presso il municipio con una variante ma mi sembra davvero insensato essendo questa l'unica differenza .Secondo voi dovrei fare una variante e far spendere ai clienti altri 250 euro o posso depositare un DOCFA omettendo la spalletta?
Isil :
Preciso che la spalletta in questione si trova all'interno della cucina e serve a delimitare il mobilio. Non è una spalletta di separazione rispetto ad altri ambienti.
ivodivo :
se non sbaglio con la fine lavori la CILA permette di inserire le varianti in corso d'opera (certamente in emilia romagna dove opero, nn so in altre regioni)
Isil :
Mi sembra di capire che questo non sia contemplato presso il comune di Roma. La fine lavori deve combaciare con la CILA presentata. Altrimenti bisogna presentare una nuova CILA. Qualcuno che lavora su Roma mi sa rispondere?
InGeoAlessio :
...non hai molte strade percorribili Isil...Roma Capitale NON contempla C.I.L.A. in variante...ergo o ripresenti nuova istanza o (di concerto con il tuo cliente) o si procede all'accatastamento senza menzionare la spalletta...sono d'accordo con la tua disamina circa il valore nullo della modifica...ma io sono uno scemo qualsiasi che fa la tua stessa professione...
Isil :
Era quello che temevo leggendo norme e cavilli e mi sembra assurdo per una spalletta rifare una cila. Tra le altre cose la modulistica non è predisposta per varianti ma tocca rifarla da capo. E' stata una mia superficialità autorizzare la variante senza approfondire l'argomento dando per scontato che la procedura fosse aggiornabile con una fine lavori. Grazie e spero che i clienti siano d'accordo nel procedere con la seconda opzione che hai suggerito.
Angelo :
Mi accodo come " scemo ". Ho una situazione analoga a Milan. CILA presentata e durante il cantiere variazione minima nella posizione di un tavolato e traslazione di una porta. Presentare una nuova CILA comporta rifare notifica ASL e nuovo PSC etc etc.? Non essendoci continuità con quella precedente è una nuova pratica edilizia. La norma dovrebbe consentire la possibilità di protocollare una CILA in variante. Inoltre presente una nuova CILA ad opere eseguite significa cadere in sanzione 333 € o 1000€. Che si fa? ogni volta che si introduce una modifica si presenta una CILA .
pippo :
Purtroppo il legislatore nazionale non ha previsto la fattispecie della variante finale a seguito di CILA, in assenza di una normativa precisa non è possibile intervenire in tale senso. Pertanto occorre predisporre solo nuove CILA a variante con i lavori ancora da eseguire se non si vuole incorrere nei sanzionamenti (€ 333,33 per le opere in corso di realizzazione oppure € 1000,00 per le opere già eseguite)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.