parete veranda

messaggio inserito venerdì 10 novembre 2017 da mass

mass : [post n° 402823]

parete veranda

Buonasera, accenno al dubbio tecnico, che ho visto essere già trattato, ma che mi sembra un pò diverso dai casi discussi. Si tratta di un balconcino affacciato su cortile interno in un appartamento in condominio. Il balconcino è chiuso su tre lati, o altrimenti, aperto su un solo lato con ringhiera, e in epoca lontanissima è stato chiuso da parete verandata in alluminio, in sostituzione di preesistente veranda in ferro e vetro. La parete verandata è ovviamente apribile con anta a ghigliottina. Dalla scheda non risulta la presenza della chiusura verandata. Aggiungo che il locale bagno si affaccia al vano verandato con porta-finestra, e ha inoltre un ulteriore affaccio verso esterno pieno, tramite una finestrella.
Sono in presenza di irregolarità urbanistica?
Come sanarla?
Grazie in anticipo a tutti,
e buon lavoro.
InGeoAlessio :
...e chi può dirlo..in questa professione parlan le carte...e quest'ultime sapranno darti risposta...ergo primo progetto depositato o planimetria d'impianto in alternativa...poi il confronto con l'attuale stato dei luoghi...ed infine la soluzione finale che consiste nel ripristinare lo status quo ante se abusivo o sanare se gli strumenti urbanistici del tuo luogo lo permettono...
mass :
grazie del parere.
ho già visionato la documentazione nell'archivio del Comune. c'è solo una Comunicazione a firma della proprietà relativa a due tramezze spostate per ricavare una dispensa, ma niente su veranda o altro. Per i disegni di impianto dovrei andare a cercare nell'archivio storico, essendo l'edificio del 1910, ma 99 su 100, troverei solo la pianta del piano tipo. Sono d'accordo con te che dovrò adeguarmi alle richieste del Comune e alla possibilita' di un titolo autorizzativo in sanatoria.
saluti e buon lavoro
InGeoAlessio :
...anche il piano tipo potrebbe essere un indizio sai...basta confrontarlo con lo stato dei luoghi attuale...magari dai prospetti potrebbe evincersi qualcosina in più ma devi essere molto fortunato...altra cosa...hai notato che la stessa faccenda si ripeta anche in altre u.i.u.?...in condominio è facile imbattersi in "opere architettoniche" di siffatta importanza...anche quello potrebbe aiutarti...in ultima istanza ti consiglierei anche una chiacchierata con l'amministratore o con il portiere...in bocca al lupo!
mass :
ti ringrazio. è un consiglio che và in una direzione interessante. ieri leggendo il regolamento d'igiene della città, trovavo casi in cui le verande vengono tollerate. Ad esempio nei casi in cui tutte le logge incolonnate siano state chiuse in epoca storica, magari per accedere alle latrine esterne. Non è esattamente il caso in questione, dove i bagni sembrano nati già interni, ma anche il consiglio di parlarne all'amministratore e guardare alla facciata interessata sono idee intelligenti.
ottimo! proseguo.
buon fine setimana
InGeoAlessio :
...a te mass...una curiosità...la città di cui stiamo parlando?...almeno mi offrirai un caffè qualora dovessi un giorno passarci!...;-)...scherzo ovviamente...buon lavoro...
mass :
ciao Alessio, la città è Savona in Liguria.
E' una città medio-piccola (c.ca 60.000 ab.).
per il caffè sarebbe un piacere. intanto ancora grazie dei consigli.
buon lavoro
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.