statigrafia muro esterno nuova costruzione

messaggio inserito martedì 14 novembre 2017 da annarch

[post n° 402920]

statigrafia muro esterno nuova costruzione

Ciao a tutti!
Ho un dubbio! Sto progettando una nuova costruzione con struttura portante in muratura armata, la stratigrafia del muro esterno è quindi composta da 30cm di strutturale al quale vado ad accoppiare un laterizio interno (forato) per alloggiare gli impianti, non so se mettere dei forati da 8 cm o da 6 cm...non ho grossi problemi di spazio (essendo nuova costruzione posso adattare il progetto), ma non vorrei nè sprecare spazio nè trovarmi problemi a mettere giù gli impianti....
grazie mille!!
:
ma utilizzare un sistema a secco tipo controparete in cartongesso o fibrogesso no?
Costruire appositamente una parete in laterizio con funzioni impiantistiche per poi tracciarla è un sistema abbastanza superato e piuttosto irrazionale
Inoltre la controparete ha il vantaggio di poter essere coibentata sia per scopi termici che acustici
:
Hai ragione, ma in ambiente residenziale è un po' complesso prevedere tutti i punti in cui gli utilizzatori vorranno appendere delle cose al muro (più o meno pesanti) e con il cartongesso o fibrogesso sarebbe consigliato prevedere doppie orditure e/o sottostrutture caso per caso...
no?
:
si è vero ma stai parlando dei muri esterni per cui ogni ambiente ne dovrebbe avere uno, al limite due, in casi eccezionali tre per cui dovresti riuscire a gestire la rete impiantistica e comunque il fibrogesso regge carichi appesi notevoli
:
Devi (se vuoi) fare una controparete con una singola lastra di gessofibra, oppure diamant, oppure gipsolignum, oppure ladura, oppure acquapanel indor: sono tutte lastre (la migliore è la prima) sulle quali utilizzando un tassello a gabbia puoi caricare tra i 40 e i 70 kg su ogni tassello.

Documentati
:
perchè complicarsi la vita col cartongesso, che magari gli altri muri divisori interni li ha in laterizio, che poi magari gli costa di piu, se isoli nel cavedio perdi parte dell'effetto massa della muratura, hai problemi con i serramenti, ecc.. se vuole il muro che faccia il muro, tra l'altro costa anche meno. comunque da 8, non sono quei 2 cm che fanno la differenza
:
- la massa già te la da il muro portante da 30 cm esterno per il regime estivo
- quello che ti manca è proprio un isolante "leggero" per il regime invernale
- non è vero che costa di più: con il fibrogesso elimini l'intonaco e le assistenze agli impianti (direi che se gli impianti sono molti addirittura risparmi)
- problemi con i serramenti? se i serramenti sono montati a filo interno in realtà
con la controparete elimini perfettamente il ponte termico visto che serramento e isolante sono allineati

in ogni caso ribadisco che costruire una parete nuova per poi demolirla per tracciare gli impianti è un controsenso
:
vedo che il dibattito si fa interessante :-P
In ogni caso grazie a tutti per gli spunti! mediterò e approfondirò! :-)
:
insomma, il problema degli impianti mi sembra relativo, io approfondirei più che altro il problema della coibentazione. Non è assolutamente vero che uno spessorino di isolante interno ti garantisce una buona efficienza, piuttosto l'isolante andrebbe all'esterno. Ah dimenticavo, una volta deciso il pacchetto, fatti qualche calcolo per verificare la condensa interna
:
sì, si, in realtà l'isolamento termico è affidato ad un cappotto esterno ;)
grazie!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.