responsabilita' del progettista

messaggio inserito sabato 25 novembre 2017 da nicble

[post n° 403284]

responsabilita' del progettista

Buongiorno e buon lavoro a tutti.La mia domanda e' certamente una di quelle che per un motivo o per un altro ha sempre scatenato qualche dubbio.Devo fare un ampliamento con il piano casa(Regione Campania),vado a vedere il fabbricato sul posto, e poi faccio una ricerca sulla concessione edilizia del 1978.Il fabbricato presenta al momento difformita' evidenti in molteplici aspetti.Era previsto un sottotetto mai fatto,finestre in piu',volumi e superfici diverse(anche se non in maniera eccessiva).......in fin dei conti se io faccio l'ampliamento sullo stato di fatto attuale toccava a me indagare sulla vecchia licenza ottenuta e denunciare che era difforme??Certo ho avvisato il committente che e' diponibile ad asseverare che il fabbricato e' conforme....io corro dei rischi?nel modello del permesso a costruire non mi si chiede di asseverare la conformita' dello stato dei luoghi con il titolo abilitativo!!Certo l'art 34 del t.u. mi permette di sanare il tutto ma a conti fatti ci vogliono 20.000 euro.In buona sostanza noi siamo responsabili nel non dichiarare eventuali difformita' che ci si presentano.Perche' qui in Campania e' un casino....tutto e' difforme!!! Grazie per la disponibilita' nel rispondere.
:
Un tecnico, nell'esercizio delle sue funzioni, è considerato come un "pubblico ufficiale" che non può ignorare oppure omettere la presenza di abusi edilizi.
Se le difformità in questione sono "importanti", devi far capire al committente che non conviene neanche a lui procedere con dei lavori senza aver prima sanato lo status quo.
:
grazie gioma
:
Cioè, ma stiamo scherzando? Il cliente che deve "asseverare" la conformità? E dove sta scritto che il tecnico non deve asseverare la conformità in pdc? Il tecnico deve asseverare la conformità con tutte le norme urbanistiche, edilizie, locali e nazionali e gli strumenti urbanistici comunali!
:
...avevo scritto che il committente dichiara che il fabbricato e' conforme alla concessione ottenuta nel 1978....avevo scritto anche che il tecnico non assevera la conformita' del fabbricato rispetto alla stessa concessione ...dove sta scritto?.... nuovi modelli unificati pdc....
:
Ultima pagina, prima della firma....
E' il tecnico che assevera la rispondenza alle norme, mica il proprietario... Non siamo mica dal notaio, che se ne lava le mani facendo firmare le dichiarazioni al venditore!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.