Dubbio

messaggio inserito giovedì 30 novembre 2017 da Tommy

Tommy : [post n° 403411]

Dubbio

Salve a tutti, sto aprendo un locale di prodotti alimentari tipici in provincia di Roma.
Oltre alla vendita di tali prodotti trovavo interessante il poter offrire degustazioni di vini accompagnate da taglieri di salumi/formaggi.
A tale proposito mi chiedevo, non avendo posti a sedere ma solo una mensola di appoggio con massimo 9 sgabelli e non avendo servizio al tavolo, è obbligatorio il bagno per i clienti o in tal caso è sufficiente quello del personale?

Grazie in anticipo tommaso
desnip :
Di solito no, ma devi verificare il locale regolamento di igiene.
InGeoAlessio :
....oltre alla vendita hai anche la degustazione che si prefigura come somministrazione di alimenti e bevande (parlo di Roma)...sicuro che le due cose vadano a braccetto?...e poi per il bagno ti confermo che risulta obbligatorio dal momento che vi sono persone che stazioneranno in loco...bisogna solamente capire l'ASL di riferimento se permette bagno unico sia per la clientela e sia per il personale...non hai un tecnico di riferimento visto che comunque ti servirà per le asseverazioni dal punto di vista tecnico?...saprà di certo dirimere l'intricata matassa...
desnip :
InGeo, nel mio comune i locali che non hanno posti a sedere ma solo le famose mensole o i tavolini alti, non hanno obbligo di bagni divisi per sesso, ma solo di un bagno accessibile al pubblico, anche in comune con il personale.
ivodivo :
Quoto desnip. Anche da noi funziona così (parma - emilia romagna). Ho appena finito un locale proprio con queste caratteristiche. Ha come destinazione commerciale "laboratorio" in cui si produce la preparazione alimentare (panini, focacce e piadine) e si consegna al cliente che se vuole si "appoggia" ad una mensola o ad un tavolino alto con sgabelli per consumarla. Non è neppure obbligatorio un bagno per il pubblico ma solo per il personale (nel mio caso il titolare concede ai clienti di usarlo in caso di bisogno).
InGeoAlessio :
...eh lo so ragazzi...ma comunque così è da queste parti...se si vuol fare somministrazione di alimenti e bevande senza cucina ci si deve attenere alla sola "gastronomia fredda"...altrimenti si dovrà prevedere un cucina o un laboratorio come dice giustamente ivodivo (ma la destinazione d'uso del locale dev'essere congrua a tale attività)...per i bagni io non intendevo diviso per sesso ma adeguato allo standard delle persone disabili che vorranno giustamente usufruire come tutti gli altri dei servizi che il locale stesso offre...comprese le eventuali barriere architettoniche presenti (modificate e/o eliminate)...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.