Beni finiti e Iva agevolata

messaggio inserito giovedì 25 gennaio 2018 da desnip

[post n° 405132]

Beni finiti e Iva agevolata

Si può avere l'Iva al 10% per acquisto di beni finiti, come infissi, anche se acquista direttamente il committente per lavori di m.s.?
:
No, l'iva agevolata al 10% non si può applicare ai materiali o ai beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori (guida AE). Questo perché la norma non agevola le cessioni di beni in quanto tali, ma solo in quanto la realizzazione dell'intervento (che è l'oggetto principale dell'agevolazione) comporti anche la fornitura dei beni. In sostanza, per avere gli infissi con iva al 10%, li deve acquistare l'impresa al 22% e poi li può fornire in opera con iva al 10%.
:
Grazie, Ale, hai confermato quanto sapevo anch'io.
Il fatto è che diversi clienti mi attestano che i venditori gli applicano l'iva al 10% semplicemente portandogli copia della Cila o Scia per m.s..
Lo fanno anche centri della grande distribuzione come Leroy Merlin o Bricoman...
:
Lo so, me l’hanno detto anche alcuni miei clienti. Però non funziona così. Purtroppo ho visto che tanti operatori del settore non sanno bene come funziona. Teoricamente la responsabilità, comunque, dovrebbe essere tutta in capo a chi emette la fattura, salvo che questi non chieda una dichiarazione scritta da parte del committente.
:
in caso di costruzione prima casa non di lusso, per l acquisto di bene finiti, quali sanitari e rubinetteria per il bagno, ho diritto all'iva al 4%,senza posa solo acquisto dei beni?
:
Sì, nel caso di costruzione prima casa non di lusso, hai diritto all'iva al 4% per l'acquisto di beni finiti. E' bene, però, presentare al venditore una dichiarazione attestante che i beni finiti sono impiegati nella costruzione di un immobile avente le caratteristiche di prima casa.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.