Olio

messaggio inserito sabato 17 febbraio 2018 da Marko

[post n° 406063]

Olio

Mi ha riferito stamane un uccellino che.... avendo parlato con molti rivenditori di piastrelle, falegnami, resinatori, pavimentisti e parquettisti... agli architetti e designer di interni italiani piace molto l'olio buono!

Che avrà voluto dire??
:
Questa cosa mi ha ricordato una storia vecchissima.
Un mio vecchio professore universitario aveva una tenuta in campagna con degli ulivi e nel periodo di raccolta era solito invitare alcuni studenti, quelli a lui più vicini, per un weekend a raccogliere le olive con cui farne dell'olio buono. Su questa usanza noialtri studenti di serie B davamo sfogo alla nostra creatività e ipotizzavamo storie fantastiche, considerando che quei colleghi eletti erano gli unici a passare quell'esame al primo appello. E' una coincidenza, ve'?
:
Dico che l'oliatura, o spremitura a freddo del cliente, è uno dei tanti motivi per cui la reputazione degli architetti e designer italiani, sta precipitando sempre piu in basso.. verò è che in italia molti attriti vengono diminuiti attraverso una abbondante lubrificazione, ciò in un mondo idilliaco sarebbe un male, ma nel mondo reale... purtroppo...
:
Beh, guardiamo il lato positivo, la premitura a freddo è migliore di quella a caldo in quanto conserva meglio le qualità organolettiche. Che poi queste siano riferite alle olive o ai clienti, cambia poco.
:
Potrebbe essere che l'architetto A consigliera' ai suoi clienti le piastrelle del produttore B se quest'ultimo ungera' l'architetto A con del buon olio..
:
Mah... penso voleva semplicemente dire che piacciono prodotti costosi... Pregiudizi
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.