Architettura del paesaggio dubbi

messaggio inserito mercoledì 11 aprile 2018 da Laurie B.

[post n° 408146]

Architettura del paesaggio dubbi

Buonasera, è la prima volta che scrivo qui e spero di aver scelto il posto giusto.
Mi sono laureata da poco in Architettura Ambientale e vorrei proseguire il mio percorso di studi con una magistrale che mi permetta di approfondire meglio la mia conoscenza sul verde, sulle piante, sull'agricoltura e sul territorio.
L'anno scorso ho svolto servizio civile presso un museo botanico comunale e questa esperienza mi ha illuminata, ho definitivamente scoperto la mia passione per queste tematiche. Ora il dilemma è questo, non riesco a capire se la laurea magistrale in architettura del paesaggio possa soddisfare la mia voglia di apprendere in questo campo, ho paura si soffermi troppo sulla pura progettazione di giardini e parchi, quando io vorrei andare a studiare per esempio tecniche come la progettazione in permacultura o i metodi di fitodepurazione dei terreni (ho fatto questi due esempi ma ci sarebbero altre mille tematiche che mi interesserebbe approfondire). Ho letto, sempre su questo sito, che una volta conseguita la laurea magistrale in architettura del paesaggio ci si può inscrivere all'albo degli agronomi, è possibile? non capisco come possano essere così collegate le due cose. Cerco quindi delucidazioni in merito, o se esistono altre magistrali su questa linea di cui io non sono a conoscenza e a cui potrei iscrivermi con la mia laurea in arch.
:
Ciao! Io mi sono laureato 4 anni fa al Politecnico di Milano con specialistica in "paesaggio". Visto i tuoi interessi, te lo dico spassionatamente, non fare architettura ma scegli una facoltà che studi quello che ti interessa (suggerirei corso di laurea per dottore agronomo/forestale).
Dalla mia esperienza, ho avuto la possibilità di progettare parchi, giardini, fasce costiere con tema si il paesaggio ma molto improntato sull'architettura (seppur non fossero veri e propri edifici ma trattavano più il tema del percorsi, delle sedute, di belvedere, punti di ritrovo ecc). All'interno del laboratorio di paesaggio abbiamo avuto parallelamente qualche lezione di botanica ma poca roba (forse 15 ore in un anno), nient'altro inerente a quello che scrivi tu. Considera che poi extra laboratorio di paesaggio, il resto erano corsi normali di architettura (meccanica, estimo, ecc).
Per quanto riguarda la possibilità di iscriversi all'ordine degli agronomi non ne ho idea, leggi i requisiti su i loro albi per accedervi e guarda se c'è il tuo corso di laurea (immagino 4/S).
Concludendo, visto la tua "illuminazione" ti consiglio di cambiare facoltà e di iscriverti a qualcosa tipo Dottore agronomo/forestale.
:
Vai a Genova o Ferrara .. forse anche IUAV... ma Genova direi che è la prima scelta.
Se vai ad agronomia hai buttato via anni in Architettura... e un Agronomo non firma progetti di architettura, ne tanto meno un botanico. Studia Architettura del Paesaggio e poi per passione porta avanti e spingiti più in botanica, ecologia, etc etc...
Parla un architetto di formazione ma che professionalmente ha lavorato in uno dei miglior studi di paesaggio Europei ... in Portogallo.
Ciao!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.